Nicola: “Nel secondo tempo mi sono divertito, noi non eravamo al massimo”

Le dichiarazioni dell’allenatore della Salernitana, Davide Nicola

Parola a Davide Nicola. Il tecnico della Salernitana ha rilasciato alcune dichiarazioni importanti ai microfoni della conferenza post gara, in seguito alla sconfitta in trasferta contro la Fiorentina di Vincenzo Italiano, nel match valido per la 14a giornata del campionato di Serie A. Di seguito le parole dell’ex Crotone:

 “Vilhena da quinto? Ha già giocato in quella posizione, sia in altre squadre che con noi, vedi con Samp e Roma. Era in previsione di partire con quello schieramento per permettere la possibilità di cambiare, mettendo Candreva o Mazzocchi se Ikone ci dava grattacapi. Ed è andata così. Vilhena per me non ha fatto male, ma nel primo tempo abbiamo incontrato una squadra dal tasso tecnico elevato, in un momento brillante e che in casa ha un’altra espressione di forza. Nel secondo tempo invece abbiamo fatto una buona gara, ma non posso far giocare sempre gli stessi per 95 minuti. Dispiace aver preso il gol, fosse passato altro tempo potevamo farcela, rimane però un secondo tempo giocato molto bene a cospetto di un grande avversario. Sono contento invece per la prova dei tre difensori, a parte qualche duello individuale sono stati più che dignitosi. Abbiamo incontrato un avversario davvero forte, noi non eravamo al massimo come risorse ed effettivi. Abbiamo necessità di Bohinen, oggi abbiamo recuperato anche Maggiore. Ora diamo tutto nell’ultima partita e recuperiamo chi ci serve. Nel secondo tempo per me ci siamo anche divertiti noi. Dovevamo forse forzare un po’ di più le giocate, quando ci trovavamo bassi soprattutto non si è lavorato benissimo nei tempi d’uscita. Ci è già successo, ma contiamo che ci sono determinate caratteristiche. I due attaccanti poi nel secondo tempo hanno giocato meglio negli spazi, ma l’accettiamo tutto questo. Consideriamo sempre il valore dell’avversario. Non ne abbiamo mai fatto a meno e Dia è al terzo gol da subentrante: è sempre stato presente, difficile farlo sempre partire dall’inizio. Se non facciamo un po’ di turnover è dura, c’è bisogno di più effettivi possibili. In difesa ad esempio non abbiamo più alternative… Ci sono momenti in cui stringere i denti e costruire la partita, facendo del tuo meglio. Nel secondo tempo mi sono divertito, ho visto la Salernitana esprimere il suo gioco e la sua identità”.

Precedente DIRETTA/ Civitanova Benfica (risultato finale 3-2): la Lube vince in rimonta! Successivo Inzaghi: "Il ko con la Juve ci aveva fatto malissimo. Ora in classifica siamo lì, ho fiducia"

Lascia un commento