Neymar difende Paquetà: "Ammonito per un dribbling, che tristezza"

Neymar difende Paquetà ed attacca pubblicamente le scelte dell’arbitro Frappart, che ha ammonito l’ex milanista per un tentativo di dribbling. Il brasiliano del Psg ha deciso di difendere il connazionale, protagonista involontario di un episodio che sta facendo discutere. Per il settimo turno di campionato il Paris Saint Germain era impegnato sul campo del Metz, mentre il Lione affrontava il Troyes in casa. I due brasiliani sono stati protagonisti delle gare: Neymar ha regalato ad Hakimi l’assist per il gol vittoria del Psg, mentre Paquetà è andato a segno nella ripresa chiudendo la sfida sul 3-1. Ma ciò che ha scatenato l’ira di Neymar è accaduto nei minuti finali della sfida di Lione, quando Paquetà ha tentato di dribblare un avversario con un gioco di prestigio. La classica “lambreta” (o carretilha), il gesto tecnico che permette ad un giocatore di scavalcare l’avversario diretto con un sombrero di tacco.

Neymar: “Una scena triste”

Un gesto che il direttore di gara, la signora Frappart ha considerato una mancanza di rispetto verso l’avversario e che lo ha portato ad ammonire l’ex milanista. Neymar, che ha vissuto una situazione simile lo scorso anno contro il Montpellier, si è scatenato su Instagram, postando l’immagine del dribbling di Paquetà e scrivendo: “Questa scena è molto triste, beccarsi un cartellino giallo per un gesto tecnico. La carretilha è una soluzione di gioco, non importa dove nel campo venga fatta o in che minuto questo avvenga. A me è successa la stessa cosa nella stagione passata e adesso succede a Paquetà. Onestamente, non capisco il motivo. Il famoso ‘Joga Bonito’ ormai è finito”.

Leggi: Mbappè restituisce la palla ma rischia la figuraccia

Precedente Barcellona, Laporta: “Koeman? Il futuro di un allenatore è legato ai risultati” Successivo Fermana, risolto il contratto con l'ex Torino Isacco

Lascia un commento