Nervosismo United, Ten Hag non perdona: conferenza senza domande per 3 giornalisti

“Fuoco e fiamme”, dovrebbe essere il mantra dei Red Devils in campo, ma ormai resta un vecchio ricordo del Manchester United, sempre più in crisi e quasi eliminato dal Coventry (squadra che gioca in Championship) in semifinale di FA Cup. Dopo le delusioni in Premier League e in Europa, il clima è diventato sempre più difficile da gestire e una prova l’ha data Ten Hag in conferenza stampa, che ha riversato tutto il suo stato d’animo sui giornalisti.

United, Ten Hag vendicativo: domande vietate e scena muta

L’allenatore del Manchester United si è presentato regolarmente in conferenza stampa per presentare la sfida contro il Burnley , valida per il 35° turno di Premier League. Ma il suo atteggiamento ha colto di sorpresa la stampa. Si è rifiutato di rispondere alle domande poste dai giornalisti di The Sun, The Mirror e Manchester Evening News. Hanno potuto presenziare alle sue dichiarazioni ma, poco prima dell’inizio, sono stati informati del fatto che non sarebbero stati invitati a porre domande all’olandese. Il motivo? Troppo critiche, definite dal tecnico come “imbarazzanti” e “vergognose”. Non è la prima volta che capita. Era accaduto già a dicembre, prima di un match con il Chelsea, perché erano state pubblicate notizie legate ad una “rivolta” dello spogliatoio contro Ten Hag senza chiedere una versione ufficiale al club.

Manchester United-Burnley, la conferenza di Ten Hag

Il tecnico ha parlato di Rashford: “Provo molta simpatia per lui ovviamente. L’anno scorso ha avuto una stagione brillante. Penso che sia stata la migliore della sua carriera, ha segnato 30 gol. In questa non ha offerto le sue migliori prestazioni e le persone sono state molto critiche. Dobbiamo sostenerlo e tutti dovrebbero farlo. Penso che abbia bisogno del supporto. Sappiamo tutti di cosa è capace, dobbiamo tutti spingerlo”. Sui tifosi: “Sono sempre dietro di noi. All’Old Trafford ho sentito una grande accoglienza. Anche in trasferta: sempre di supporto, a sostegno della squadra e c’è una bella atmosfera, un rapporto molto buono con la squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Napoli, senti Guido Rodriguez: "Betis? Non voglio creare false speranze" Successivo Sputi contro i tifosi dell'Atalanta: multato e squalificato il vice di Italiano