Nel 2021 la Serie A ha speso 668 milioni di dollari sul mercato. Ci batte solo la Premier

Nonostante la crisi le squadre italiane continuano a investire in acquisti, come emerge dal report della Fifa. In generale la spesa globale scende mentre i trasferimenti aumentano

Siamo in crisi, ma forse non ce ne rendiamo conto. Nel 2021 le nostre squadre hanno speso 668 milioni di dollari al calciomercato. Poco? Tanto? Per rendere l’idea, soltanto l’Inghilterra ha speso di più nel mondo, un miliardo e 386 milioni, esattamente il doppio: ma la Premier vale quasi 5 miliardi di euro ed è irraggiungibile per la Serie A. Invece Francia (512 milioni), Germania (452) e Spagna (348) nell’ultimo anno sono state più avvedute. Anche la nostra “bilancia dei pagamenti” è in negativo: il campionato ha incassato 540 milioni di dollari dai trasferimenti (-128 milioni). Dati su cui riflettere. Dati del Global Transfer Report 2021 della Fifa, un riassunto dei trasferimenti internazionali nel 2021 che la Gazzetta può anticipare.

I senza contratto

—  

Il sistema internazionale “avverte” la crisi da pandemia. Mentre i trasferimenti aumentano – 18.068 nel 2021 contro i 17.190 del 2020 (+5,1%) – la spesa globale scende: 4,86 miliardi di dollari, contro i 5,6 dell’anno scorso (-13,6%) e i 7,4 del 2019 (-33,8%), anno record prima della bufera. Il Covid sta insomma cambiando abitudini e cifre. Non solo. Soltanto l’11,4% dei trasferimenti è a titolo definitivo, mentre il 13,1% è un prestito e l’8,7% il ritorno da un prestito. Per farla breve: quasi il 67% dei trasferimenti ha coinvolto giocatori svincolati. Senza contratto. Il che fa spendere niente per il cartellino, qualcosa per la formazione, ma tanto per gli agenti (e i familiari-agenti) più bravi. Anche qui c’è qualcosa da ripensare.

Inter che vendite

—  

Altre cifre sembrano suggerire che viviamo un’illusione ottica permanente. Quante volte abbiamo pensato: guarda tutti questi trasferimenti milionari… Ebbene, quelli top, di valore superiore ai 10 milioni di dollari, sono stati appena 119 in tutto il mondo! Quelli di valore inferiore a 500mila dollari sono stati invece 1.316 (il 59%). In questa classifica, però, emergiamo come bravi venditori, almeno lo fa Inter che ha piazzato il primo e il terzo colpo dell’anno: Lukaku (al Chelsea) e Hakimi (al Psg). Al secondo posto Sancho dal Dortmund allo United. Peccato che la Fifa non comunichi le cifre dei singoli trasferimenti, ma questo è il podio. Seguono: Varane (4°, Real Madrid-United), Abraham (5°, Chelsea-Roma), Konaté (6°, Lipsia-Liverpool), Odegaard (7°, Real Madrid-Arsenal), Diallo (8°, Atalanta-United), Camavinga (9°, Rennes-Real Madrid) E Gil (10°, Siviglia-Tottenham).

Spesa United

—  

Si capisce che lo United aveva milioni da spendere: è il primo club europeo della lista e precede Chelsea, Lipsia, Roma (4°), Arsenal, Tottenham, Psg, City, Leverkusen e Milan (10°). Poi vedremo che cosa ne penserà il nuovo fairplay finanziario. Tra le prime venti c’è un’altra italiana, la Juve, al 20° posto.

“Cari” francesi

—  

Naturalmente sono i brasiliani i più “trasferiti” nel mondo: 1.749 nel 2021. Seguono argentini (896), britannici (837), francesi (772) e colombiani (653). Si muovono molto sul mercato anche nigeriani, spagnoli, ghanesi, serbi e olandesi. Se il calcolo si fa sul costo, però, comandano i francesi, evidentemente molto più cari dei sudamericani: 644 i milioni di dollari per giocatori bleus, davanti a brasiliani (468 milioni), spagnoli (307) e argentini (293). Neanche in questa classifica siamo nella Top 10.

Sbilancio Italia

—  

Siamo – come detto – al secondo posto per spese di mercato (668 milioni) e il paese verso il quale spendiamo di più è l’Inghilterra: 208 milioni. Gli stessi inglesi ricambiano spendendo 258 milioni nel nostro campionato. Nella classifica degli incassi siamo al 3° posto mondiale con 540 milioni, ma lo sbilancio di 128 milioni resta. Soltanto la Premier lo ha più alto, 838 milioni, ma è la Premier, appunto…

Precedente Da "Cent'anni di solitudine" alle sigarette: la vita da romanzo di Sabatini Successivo Report Fifa sul calciomercato 2021: Italia seconda solo all'Inghilterra

Lascia un commento