Nazionale: Mancini aspetta Bastoni, Sensi e Barella. Domani saranno a Parma

Per il momento i tre giovani sono ad Appiano Gentile: nelle prossime ore la Federcalcio procederà con una richiesta ufficiale all’Ats di Milano

Giorni frenetici ad Appiano Gentile. Tra chi parte, chi resta e chi è ancora in attesa di scoprire i programmi futuri. È il caso dei tre azzurri Nicolò Barella, Alessandro Bastoni e Stefano Sensi, convocati dall’Italia ma ancora al lavoro con Conte. Ieri i tre hanno ripreso gli allenamenti insieme al resto della squadra: doppia seduta, con programma individuale al mattino e lavoro atletico di gruppo nel pomeriggio, in attesa appunto di avere lumi sui prossimi giorni. Formalmente la Federcalcio non ha ancora presentato una richiesta ufficiale all’Ats di Milano per poter cambiare l’indirizzo dell’isolamento fiduciario dei tre giocatori e metterli a disposizione di Mancini. Ma è questione di ore: oggi, infatti, ci sarà il contatto decisivo per sbloccare anche questa situazione e Barella, Bastoni e Sensi sono attesi domani nel ritiro azzurro di Parma, dove giovedì l’Italia sfiderà l’Irlanda del Nord.

La situazione

—  

E qui sta un altro nodo della vicenda, perché una volta cambiata la Regione, non dipenderà più dall’Ats di Milano la possibilità di schierare sin da subito i giocatori interisti, risultati comunque ovviamente negativi a tutti i tamponi della scorsa settimana ma comunque costretti alla quarantena a causa della positività di D’Ambrosio, Handanovic, De Vrij e Vecino. E proprio dall’ultimo “contatto” con gli ultimi positivi che va preso il riferimento temporale per la quarantena. L’Ats di Milano oggi prenderà atto della richiesta dei tre di poter trascorrere l’isolamento fiduciario in una nuova sede – a Parma – e poi starà al dipartimento della sanità dell’Emilia Romagna consentire ai calciatori di interrompere l’isolamento per “motivi di lavoro”, ossia scendere in campo nel match di qualificazione al prossimo Mondiale in Qatar.

Richiamo azzurro

—  

Ed è difficile pensare che Mancini possa rinunciare a Barella, oramai uno dei pilastri del nuovo corso azzurro. Ma anche le quotazioni di Bastoni sono in continua ascesa, vista la grande stagione con l’Inter e la necessità di un ricambio generazionale in difesa. Più difficile vedere protagonista Sensi, che nell’Inter non vede il campo dal 9 febbraio a causa di guai fisici. Ma Stefano vuole giocarsi le sue carte per non perdere il treno azzurro.

Precedente Trequartista, esterno, macchina da (fanta)punti: è questo il Brahim Diaz che serve al Milan Successivo Diretta Sibiu Reggio Emilia/ Streaming video tv: ottavi Fiba Europe Cup basket

Lascia un commento