Nasce “Vivo Azzurro Tv”, la nuova piattaforma digitale Figc: tutte le novità

Cosa è Vivo Azzurro Tv

Lanciata a un mese dall’inaugurazione di Euro 2024, Vivo Azzurro Tv è la nuova piattaforma OTT – parte del programma di finanziamento Uefa HatTrick V – che proporrà contenuti fruibili gratuitamente su entrambe le formazioni azzurre. Dunque immagini esclusve sui ritiri delle squadre, antemprime degli incontri, video di repertorio, interviste a personaggi come Fabio Cannavaro, Roberto Mancini, Marco Tardelli, Marcello Lippi, Antonio Conte e Dino Zoff. E ancora, servizi sulle attività svolte all’interno del settore giovanile e scolastico e con la Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale, e su eventi istituzionali come la cerimonia annuale della Hall of Fame del Calcio Italiano.

Il palinsesto prevederà inoltre eventi in diretta come le gare delle nazionali giovanili maschili e femminili di Futsal e Beach Soccer. Vivo Azzurro Tv sarà accessibile da dispositivi mobili e smart TV e tramite app iOS e Android. Infine, il catalogo della piattaforma conterrà gli episodi di Open Var, la trasmissione prodotta in collaborazione con Figc, Aia, Lega Serie A e Dazn, nota agli appassionati per gli approfondimenti sulle direzioni di gara degli incontri di campionato. “Vivo Azzurro Tv” è infatti l’ultima delle iniziative realizzate dalla produzione di contenuti social e multimediali della Federazione, che hanno raggiunto oltre 16 milioni di follower considerati i canali ufficiali YouTube, i social network e il il sito ufficiale. 

Gravina: “Un modo inedito di vivere il calcio”

Questo il commento del presidente della Figc Gabriele Gravina: “Per la FIGC e milioni di appassionati in tutto il mondo questa è una giornata storica perché con la creazione di ‘Vivo Azzurro TV’ si potrà veramente vedere e vivere il calcio in una maniera inedita, esaltando la sua straordinaria multidimensionalità e la sua facilità nel comunicare, di raccontare storie e quindi di coinvolgere tifosi e curiosi in maniera trasversale. Gli Azzurri e il calcio paralimpico nello stesso palinsesto, i progetti valoriali per i giovani e il calcio femminile gli uni accanto all’altro, è questo il significato concreto della nostra mission che ora è visibile in un’unica piattaforma digitale.  Con il percorso intrapreso grazie al nuovo piano di sviluppo della Federazione, coltiviamo l’ambizione di rappresentare un modello di riferimento, non solo per il nostro mondo, ma anche per lo sport in generale”.

Le parole di Spalletti e Soncin

All’evento, sono intervenuti anche i ct delle Nazionali azzurre Luciano Spalletti e Andrea Soncin: “Il pallone traccia delle linee che condizionano destini e storie – ha dichiarato il tecnico della Nazionale maschile – . Vivo Azzurro TV potrà essere una finestra sul passato da cui andare a ricreare qualcosa e al tempo stesso permetterà di entrare nella vita delle squadre Nazionali, andando a conoscere dinamiche interne, come quelle degli spogliatoi. Intorno al mondo del calcio c’è sempre di più e questo canale ce lo dice chiaramente”.

E ancora: “Siamo responsabili della felicità della gente. Se mi chiedessero come è fatta la coppa dello Scudetto vinto col Napoli non saprei descriverla, ma potrei dipingere i volti di tutti i tifosi napoletani incontrati quel giorno. Vogliamo trasmettere senso di appartenenza alla maglia azzurra e italianità, dobbiamo far vedere a chi farà il tifo da casa che vogliamo essere all’altezza della situazione. Lo faremo provando a mantenere un piede nel passato, ma mettendoci qualcosa in più, come un pizzico di interattività, esattamente come farà Vivo Azzurro TV”.

Queste invece le parole di Soncin: La possibilità di avere un’area dedicata all’interno di Vivo Azzurro TV è in linea con la politica che sta portando avanti la Federazione: il giusto premio per le ragazze e per la passione che mettono ogni giorno. È importante portare avanti di pari passo valori e risultati. Abbiamo una grande responsabilità e questo deve essere un traino per raggiungere l’Europeo. Stiamo lavorando per il nostro obiettivo: non mi piace mai parlare di calcio femminile, ma di calcio, che è giocato dalle ragazze, che hanno sogni, passione incredibile e fanno grandi sacrifici, anteponendo sempre la persona al professionista. Le ragazze hanno ottenuto risultati importanti a livello di tutela e crescita sportiva, le loro conquiste vanno portate avanti e abbiamo il compito di farle emergere ancora di più”, ha concluso Soncin.

Precedente Canzi-Juventus, ormai manca solo l'annuncio: il tecnico presente alla sfida contro la Roma Successivo Kimpembe shock: sui social la foto dopo l'intervento al tendine d'Achille

Lascia un commento