Nasce il Genoa CFC Bond: obiettivo 8 milioni per la nuova casa delle giovanili

Verrà emesso un prestito obbligazionario aperto a tutti. Avrà una durata di 5 anni e maturerà interessi del 9%

Filippo Grimaldi

12 settembre – GENOVA

Si chiamerà Genoa CFC Bond: si tratta di un prestito obbligazionario per un importo minimo di 5 milioni di euro (e un massimo di 8, pari al valore complessivo dell’investimento) che finanzierà la nuova Casa dei giovani e la sede dell’area femminile rossoblù. Previsto un taglio minimo di mille euro, che garantirà un interesse annuo del 9%. Un investimento aperto a tutti, e dunque non solo ai sostenitori genoani, come hanno spiegato stamane l’a.d. genoano Blazquez, il presidente Zangrillo, il responsabile del settore giovanile Sbravati e il direttore finanziario Vincis.

il progetto

—  

Il club rossoblù mira a raggiungere l’autosostenibilità nel lungo periodo, e dopo l’acquisto della Badia di Sant’Andrea, un antichissimo monastero cistercense, ora darà il via ai lavori, la cui prima parte dovrebbe concludersi entro la fine della stagione calcistica in corso. E il Genoa, che ha sempre dato grande importanza al settore giovanile, punta in questo modo ad alzare l’asticella mantenendo al tempo stesso uno stretto legame con il territorio, considerando che a causa della particolare conformazione della Liguria, non è stato facile individuare un’area nell’ambito del territorio cittadino. All’interno della struttura, una volta ultimata, verranno ospitati una quarantina di ragazzi. Quando la casa dei Giovani sarà completata, si calcola un risparmio annuo (fra affitti dei campi e pernottamenti dei ragazzi) pari a un milione all’anno.

le modalita’

—  

 Gli investitori potranno pre-registrarsi sulla piattaforma di investimento Tifosy Capital&Advisory, effettuabile al link www.tifosy.com/genoacfc, garantendosi così una priorità di accesso all’investimento stesso. Il periodo di offerta scadrà il 10 ottobre prossimo. 

Precedente Nazionale in crisi. Ma perché in Italia non nascono più campioni? Successivo Spalletti e le mosse tattiche per battere l'Ucraina