Napoli, tutti vogliono Osimhen: la lista delle squadre in corsa

NAPOLI – Quattro partite per chiudere in bellezza, ma con la stessa voglia di lottare che ha dimostrato contro la Roma. L’abbiamo visto appoggiare la schiena al palo, distrutto, dopo il 2-2. Aveva segnato su rigore, sfiorato più di un gol, ma la delusione per i 3 punti che non sono arrivati era enorme. Ulteriore gesto, spontaneo, di chi nonostante tutto ci tiene e ancora tanto al Napoli. Victor Osimhen vuole lasciarlo in Europa, prima di andare via.

Osimhen, Psg in pole

È una situazione che visti i presupposti va bene a tutti. Giocare bene, segnare, scalare la classifica, non svalutare il proprio cartellino, che per il Napoli vale 130 milioni. Così dice la clausola. Non un euro in più, figuriamoci uno in meno. Meno comunque di quanto aveva rifiutato un anno fa De Laurentiis quando il Psg bussò alla sua porta. I francesi offrirono 150 milioni, ma il presidente rifiutò. Voleva il famoso “duecentino”, una cifra oggettivamente congrua per quanto aveva fatto vedere Osi nell’anno dello scudetto e in linea con le cifre che giravano sul mercato, soprattutto quello saudita. Ora però il Psg è pronto a investirne 90, praticamente 40 in meno della clausola con cui DeLa l’ha blindato grazie al rinnovo del contratto. Resta in primissima fila: è il colpo da sogno per il dopo Mbappé, visto che sia Gonçalo Ramos che Kolo Muani, i due centravanti della rosa di Luis Enrique, non hanno convinto del tutto, nonostante gli investimenti pesanti fatti la scorsa estate dalla proprietà qatariota.

Osimhen, si muove anche la Premier

Parigi è bellissima, il Psg è fortissimo, ricchissimo e in Francia domina da anni, ma il sogno di Osi, si sa, è quello di giocare in Premier League. Piace, eccome se piace anche in Inghilterra, dove tra le pretendenti s’è aggiunto anche il Liverpool. Dopo il fallimentare quarto di finale d’Europa League contro l’Atalanta e un titolo praticamente sfumato, visti gli ultimi risultati in campionato, i tifosi hanno iniziato a prendersela seriamente con l’uruguaiano Darwin Nuñez, il centravanti uruguaiano dei Reds. A Liverpool è vietato sbagliare e uno come il nigeriano, pensano dalle parti di Anfield, può fare al caso loro per il dopo Klopp. Alla finestra restano anche Arsenal, Manchester United e soprattutto il Chelsea, che però non giocherà la Champions e al momento ha un’altra priorità, dettata dai parametri della lega inglese: vendere per 100 milioni entro giugno, altrimenti addio spese folli. E per Osi, non c’è margine di trattativa, non si va sotto i 130.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Borussia Dortmund-Psg 1-0: highlights e gol, guarda il video Successivo Napoli, casting per l'allenatore: restano Gasperini o Conte

Lascia un commento