Napoli, pronte tre novità in formazione per l’Udinese

NAPOLI – Gattuso è pronto a ritoccare il Napoli per il riscatto. Con l’Udinese qualcosa cambierà: domani potrebbe toccare a Meret, tanto per cominciare, e poi a Hysaj e soprattutto a Rrahmani. Sì: il difensore prenotato a gennaio 2020 con largo anticipo e pagato 14 milioni di euro (al Verona), finora ha collezionato la bellezza di tre minuti in 22 partite: a Cagliari, entrando all’87’ al posto di Manolas. È anche vero che quattro le ha saltate per il Covid e i postumi, certo, però finora non è praticamente mai entrato nelle rotazioni e nei cambi. Questa volta, invece, ci crede e ci spera: Rino potrebbe concedere un turno di riposo a Maksimovic e lanciarlo dall’inizio.

Cassano: "Il Napoli dovrebbe far giocare Milik"

Guarda il video

Cassano: “Il Napoli dovrebbe far giocare Milik”

Tornano Koulibaly e Demme

Tra i convocati anche Demme e Koulibaly, a tre settimane dall’infortunio muscolare rimediato con la Lazio all’Olimpico: Kalidou sta meglio e ieri ha anche giocato qualche minuto della partitina, ma Gattuso sa bene che rischiare e forzare il suo rientro potrebbe essere capestro. Proprio come accadde un anno fa con il Lecce, esperienza da evitare con cura: la priorità – per lui come per Mertens – è averlo al massimo in Supercoppa. Alla decima, delle dieci giornate del Napoli. 

Cassano: "Perchè CR7 è avvelenato e il Napoli no?"

Guarda il video

Cassano: “Perchè CR7 è avvelenato e il Napoli no?”

Precedente Udinese, Campoccia: "De Paul non si muove per meno di 40 milioni" Successivo Dieci partite da fantasma, poi cinque da record: a Benevento si completa la rinascita di Ilicic

Lascia un commento