Napoli, Osimhen positivo al Covid prima del rientro: resta in Nigeria

L’attaccante di Spalletti era atteso per la visita di controllo dopo l’intervento al volto, con la Juve nel mirino prima della Coppa d’Africa. Rimarrà in patria in isolamento

Victor Osimhen positivo al Covid. Lo ha annunciato il Napoli. “Osimhen è risultato positivo, asintomatico, al Covid-19 durante l’esecuzione del tampone prima del viaggio in Italia, dove domani era prevista una visita di controllo del professor Tartaro. Di conseguenza, le autorità locali hanno disposto l’isolamento del giocatore e il check-up sarà riprogrammato dopo la negativizzazione e il suo rientro in comunità”. L’attaccante del Napoli ieri ha festeggiato il suo ventitreesimo compleanno a Lagos, con i familiari che aveva già raggiunto a Natale. Stava rientrando a Napoli per la visita di controllo (con tac) dal professor Tartaro, il chirurgo che il 23 novembre lo ha operato al viso per le fratture multiple subite nella gara con l’Inter, in uno scontro di gioco con Skriniar. Controlli per fare il punto della situazione sulle sue condizioni (prognosi di 90 giorni dopo l’intervento).

qUELL’IPOTESI DEROGA

—  

Osimhen è tra i convocati della Nigeria per la Coppa d’Africa. Nelle scorse settimane l’attaccante, autore di 9 gol in questa stagione col Napoli, aveva ripreso ad allenarsi indossando una maschera protettiva. Tanta voglia di tornare a giocare. E Osimhen aveva messo nel mirino anche la trasferta del Napoli contro la Juventus del 6 gennaio. Prevedendo di partire subito dopo per essere a disposizione della Nigeria. Così il goleador aveva chiesto ai dirigenti della Nigeria di poter ottenere una deroga al regolamento Fifa per giocare a Torino: Osimhen in questo periodo è tra i convocati in nazionale e non può disputare una gara col proprio club. Una deroga dalla Fifa partendo da una richiesta basata su un accordo tra la Nigeria e il Napoli. Un percorso comunque non facile. Poi, prima di partire per l’Italia, la doccia fredda: Osimhen è risultato positivo al Covid. Di nuovo, dopo un anno. Un’altra tegola sull’attaccante nigeriano. Proprio nessuna deroga per lui dalla sfortuna in questo periodo.

Precedente Duello per Scamacca: Juve e Inter ci provano con due nomi... Successivo Sono 22 i positivi in Serie A: ecco la situazione squadra per squadra

Lascia un commento