Napoli, Inghilterra tabù da sfatare: l’unica vittoria è datata 1970

Per trovare una vittoria del Napoli in Inghilterra bisogna tornare indietro a 51 anni fa, battuto lo Swindon Town nel torneo Anglo-italiano

L’edizione odierna de Il Mattino si sofferma sui precedenti del Napoli in Inghilterra nelle coppe europee. Un decennio di notti straordinarie, da Liverpool a Londra (Chelsea e Arsenal) e Manchester (City). Ma Albione è da un bel po’ un’isola che non regala sorrisi al Napoli. Per trovare una vittoria in terra britannica bisogna tornare indietro a 51 anni fa, al 17 maggio del 1970 quando con le reti di Barison e Hamrin il Napoli di Chiappella sbancò il campo dello Swindon Town in un torneo che si chiamava Anglo-italiano, inventato da Gigi Peronace per prolungare la stagione e arrotondare gli incassi. Lo Swindon si rifece con gli interessi: perché poi vinse 3-0 al San Paolo in finale.

Una vittoria, volendo, c’è: contro il West Ham nel 2009 con un gran colpo di testa di Quagliarella nel trofeo Bobby Moore. Ma era una amichevole di agosto. Per il Leicester è la prima volta assoluta contro una squadra italiana. Ma non solo per il Napoli l’Inghilterra è tabù anche per il suo allenatore Luciano Spalletti che in otto trasferte ha sempre perso, da Middlesbrough-Roma 1-0 a Liverpool-Zenit 3-1. Di mezzo c’è anche il mostruoso 7-1 rifilato dal Manchester United alla sua Roma e l’ultimo 1-0 con l’Inter in casa del Tottenham.

Precedente Malinovskyi e le ruggini in nazionale: "L'Ucraina? Un onore. Ma certe cose restino in spogliatoio" Successivo Roma, ancora il Cska Sofia: quante difficoltà l’anno scorso in Europa League

Lascia un commento