Napoli in pressing per Ounahi, ma c’è la fila di pretendenti

L’Angers sta valutando l’offerta del club azzurro per il centrocampista marocchino che piace anche a Leicester e Marsiglia

Prime ore di mercato e primi fermenti sul fronte franco-italiano. E c’è il Napoli in prima fila, con gli occhi puntati su Ounahi, uno dei talenti emersi dall’ultimo Mondiale. Ma per il mediano dell’Angers però c’è la coda. Dopo il Mondiale, anche per il francese Benjamin Pavard emergono nuove prospettive lontano dal Bayern Monaco. Mentre il Psg deve fare i conti con i potenziali rientri dei giocatori in prestito: non solo Paredes dalla Juventus, ma anche Draxler dal Benfica.

ATTENZIONE

—  

Intanto però la squadra di Spalletti sembra quella meglio piazzata per aggiudicarsi il centrocampista del Marocco, che ha stregato pure l’ex c.t. della Spagna Luis Enrique. Secondo l’Equipe, il Napoli avrebbe già formulato un’offerta che l’Angers valuta con attenzione, senza però chiudere ogni altra prospettiva. Per Ounahi infatti si è mosso pure il Leicester, e il mediano è da tempo nel taccuino del Marsiglia, oltre che dell’Almeria. Il club francese, ultimo in classifica, ha messo sul mercato anche il fantasista marocchino Boufal, per far cassa e rendere meno traumatica un’eventuale retrocessione.

TEMPISTICHE

—  

Il Mondiale non è stata una bella vetrina per Pavard, scalato in panchina dopo una prima gara da titolare sotto le aspettative, ma su di lui si sta muovendo il Barcellona. Xavi lo vorrebbe subito, ma è difficile che il Bayern lo ceda a gennaio. Anche se il difensore sotto contratto fino al 2024 gradirebbe una cessione rapida, magari al Milan dall’amico Giroud, con la garanzia di fare il centrale e non più il terzino destro. In ogni caso, se ne riparlerà a tempo debito. Mentre il Psg sta già pianificando il rientro di alcuni giocatori in prestito. Campione in Qatar, Paredes per ora ha deluso a Torino e la Juventus potrebbe rispedirlo a Parigi, a giugno. Lo stesso discorso vale per Draxler, rimasto ai margini del Benfica, con 512′ di gioco, e due reti. Da valutare invece la situazione di Icardi al Galatasary. L’argentino finora ha messo la firma su quattro gol e tre assist in sei presenze. Abbastanza per rivalutarne le potenzialità anche lontano dal Psg.

Precedente Fiorentina, nella corsa a Cabral si inserisce una pretendente Successivo Cragno a Milano, l’agente vuota il sacco: “Ne abbiamo parlato…”

Lascia un commento