Napoli, il rammarico di Spalletti: “Ci è mancato il coraggio”

MILANO – Dopo il ko incassato dall’Inter a San Siro, il primo in campionato per il suo Napoli, Luciano Spalletti sembra rammaricarsi più per l’atteggiamento tenuto dai suoi nel primo tempo che per le occasioni sprecate nella ripresa e il mancato allungo in vetta sul Milan, con cui continua invece a condividere il primato: “All’intervallo – afferma il tecnico dopo il match – ho detto alla squadra che non possiamo più nasconderci e che per inseguire grandi obiettivi bisogna avere coraggio, tenere la palla e giocare a viso aperto e senza timore, andare a cercare qualcosa d’importante sul muso degli avversari. Nel secondo tempo qualcosa è cambiato, abbiamo cercato soluzioni più coraggiose e alla fine ritengo che la nostra prestazione sia stata di livello, contro un’avversaria forte.

Inter-Napoli 3-2: il tabellino

Le condizioni di Osimhen

Poi un aggiornamento sulle condizioni di Osimhen (uscito malconcio da uno scontro aereo con Skriniar e sostituito da Petagna) e un giudizio sulla partita del centravanti nigeriano: “Ha un occhio gonfio e bisognerà capire, perché dopo la botta non vedeva nemmeno troppo bene. Spero che si tratti solamente di un trauma contusivo e che si risolva tutto con un ematoma. La sua partita? Lui è uno generoso, si lascia trasportare e invece – spiega Spallettideve fare delle scelte, senza doversi ritrovare a fare cento metri di campo. E a proposito di attaccanti, c’è spazio anche per un commento sull’interista Lautaro Martinez, suo ex giocatore in nerazzurro: “Calciatore fortissimo, sta dimostrando di essere un campione“.

(articolo in aggiornamento)

L'Inter ferma il Napoli: Lautaro decisivo, magia di Mertens

Guarda la gallery

L’Inter ferma il Napoli: Lautaro decisivo, magia di Mertens

Precedente Genoa-Roma 0-2, il tabellino Successivo Tiago Pinto: "Roma con tante assenze, ma vogliamo vincere"

Lascia un commento