Napoli, il piano per Bereszynski

NAPOLI – Di spazio ce n’è poco ma quando verrà il momento di rifiatare, Giovanni Di Lorenzo potrebbe ritrovarsi a tifare per un nuovo compagno al suo posto. La trattativa con la Sampdoria per Bartosz Bereszynski è nata attraverso una chiacchierata che è già diventata altro dopo aver deciso di provare a inserire nell’affare anche Alessandro Zanoli. Le due società stanno cercando di capire come concludere uno scambio che potrebbe essere utile al Napoli per avere alle spalle di Di Lorenzo un giocatore esperto (50 presenze con la Polonia) e a Zanoli per trovare quella continuità utile per diventare, parola di Alessandro Moggi, suo procuratore, «uno dei migliori in Italia nel suo ruolo».

Scambio

Si studia la formula dell’affare e sono già coinvolti anche i procuratori per cercare di raggiungere l’intesa o semplicemente per capire quante prospettive di realizzazione abbia questa intuizione. Bereszynski, 30 anni già compiuti, reduce dal Mondiale in Qatar con Zielinski, è in Italia dal 2017, ha raccolto 186 presenze con la Sampdoria, è un veterano del ruolo e ha già messo in conto, nel caso, l’idea di abbandonare lo status di titolare per rincorrere l’ambizione di passare dalla penultima alla prima della classe. A Zanoli, appena ventuno minuti col Napoli in questa stagione, toccherebbe il percorso inverso per giocare con continuità. Il suo agente, Alessandro Moggi, pur dribblando sull’ipotesi Samp («Non parlo di mercato»), ha dichiarato a Kiss Kiss Napoli: «Zanoli sarà il futuro del calcio italiano in quel ruolo e per questo deve crescere e giocare. Un grande operatore di mercato mi ha detto che può diventare un potenziale come Maldini».

Dopo Kim

Ma le piste, per gennaio, sono diverse. Una conduce ancora in Turchia, al Fenerbahçe, porto sicuro dopo l’affare Kim (e in passato Elmas): Ferdi Kadioglu, anni 23, è un altro esterno di spessore finito nel mirino di Giuntoli, al pari del compagno, Arda Guler, appena maggiorenne, che ricopre un altro ruolo, fa il centrocampista, e che di diritto, per talento e prospettive, si candida a potenziale colpo della prossima estate in un folto elenco che già comprende Baldanzi dell’Empoli, Samardzic dell’Udinese (Spalletti ne ha parlato benissimo dopo il gol al Maradona e i rapporti con l’Udinese sono ottimi) e Ilic del Verona, lui magari subito ma solo in prestito (il Verona lo valuta 25-30 milioni e il Napoli non intende investirli ora) e, soprattutto, solo se Demme dovesse andar via. Per il tedesco, che valuta anche la permanenza fino a giugno nonostante abbia pochissimo spazio, non decolla la pista Salernitana anche perché il suo ingaggio è fuori portata per il club di Iervolino. I granata riflettono su Sirigu dopo l’infortunio di Sepe. In Turchia il portiere ha scambiato più di quattro chiacchiere col ds granata ed ex compagno di Nazionale, De Sanctis. Dalla Samp, nel caso, potrebbe rientrare dal prestito Contini, zero presenze in campionato. 

Maradona in mostra a Doha, prossima tappa Napoli!

Guarda il video

Maradona in mostra a Doha, prossima tappa Napoli!

Precedente Inter, caccia al nuovo sponsor di maglia: le quattro ipotesi sul tavolo Successivo Inter, anche lo United si lancia su Dumfries