Napoli, esplode la contestazione: il durissimo coro della Curva B ai giocatori

A Napoli è partita la contestazione: decisiva la sconfitta al Maradona contro l’Atalanta. Miranchuk, Scamacca e Koopmeiners hanno regalato i tre punti alla squadra di Gasperini. Festa da una parte e forti proteste dall’altra dove Osimhen e compagni sono stati bersagliati dai tifosi.

Napoli, la contestazione dopo la sconfitta contro l’Atalanta

Appena finito il match, sono partiti i fischi di gran parte dello stadio. Tutta la squadra è comunque andata sotto la curva, con Osimhen in testa. “V*******o lo scudetto meritiamo più rispetto”: questo è il coro intonato dalla Curva B quando i giocatori si sono presentati lì sotto. “Andate a lavorare”, altre grida lanciate dagli spalti. Gli azzurri, dopo gli insulti, sono usciti a testa bassa dal terreno di gioco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Frosinone, Zortea: "Il gruppo è carico, c'è tutto per arrivare all'obiettivo" Successivo Napoli-Atalanta: Ngonge a terra, Kvaratskhelia si mette le mani nei capelli

Lascia un commento