Napoli, casting per l’allenatore: restano Gasperini o Conte

NAPOLI – A volte ritornano. Sembra essersi fermato il tempo eppure ne sono successe di cose: imprese, traguardi, sogni e uno scudetto che dovrà tornare ad essere presto un obiettivo. Per ripartire, De Laurentiis ripensa a Gian Piero Gasperini, l’allenatore che si è accomodato virtualmente sulla panchina del Napoli per qualche ora nel 2011 prima del colpo di scena con il rinnovo di Mazzarri. Tredici anni dopo Gasp è ancora Gasp, anzi più di prima, perché gli anni di Bergamo hanno certificato le sue qualità, le stesse che lo conducono in cima alle preferenze del presidente del Napoli per la scelta del nuovo allenatore. Ma Gasperini non è l’unico, non è il solo. Accanto a lui, in questa volata presto decisiva, c’è Antonio Conte, l’amico di De Laurentiis, sondato nei mesi turbolenti di Garcia. Tutto fu rimandato all’estate. Ormai ci siamo.

Il Napoli corteggia Gasperini

Gasperini, nonostante il legame con la famiglia Percassi, non resta insensibile alla corte del Napoli. La scadenza di contratto nel 2025 non rappresenta un ostacolo e il rinnovo è fermo. Oggi, però, la sua priorità è il campo. L’Atalanta è ancora impegnata in tre competizioni. Gasperini, anni 66, è un allenatore moderno, capace di aggiornarsi e reinventarsi, già all’avanguardia ai tempi del Genoa, ormai quindici anni fa, e attualissimo ancora adesso nei suoi otto anni all’Atalanta. De Laurentiis lo conosce bene, lo stima, apprezza la sua capacità di saper coniugare bel gioco con valorizzazione dei giovani. Tanti ne sono passati per l’attuale Gewiss Stadium e tutti hanno lasciato il segno nel suo camaleontico 3-4-3. Nell’estate della rifondazione, con tante novità sul mercato, il cambio modulo non sarebbe neppure un problema.

Conte l’altro nome nei pensieri di De Laurentiis

Per questo in vetta, nei desideri di De Laurentiis, resiste ormai da tempo anche Antonio Conte, anni 59, fermo da più di un anno dopo l’epilogo della sua esperienza al Tottenham. Conte era stato cercato nei giorni delle prime difficoltà di Garcia e aveva aperto al Napoli ma solo per giugno, in vista della nuova stagione. Da uomo del sud sarebbe affascinato da un’esperienza al Maradona e questo De Laurentiis lo sa bene. Conte, l’uomo che spesso ha sposato club in cui si avvertiva la necessità di voltare pagina, è reduce dallo scudetto vinto con l’Inter nella sua ultima esperienza italiana. Ha voglia di rientrare e vorrebbe ripartire proprio dalla Serie A. Riflessioni in corso per De Laurentiis, ancora pochi giorni e arriverà il momento della scelta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Napoli, tutti vogliono Osimhen: la lista delle squadre in corsa Successivo Bastoni: "Inzaghi evoluzione rispetto a Conte. Inter, uno mi ha impressionato"

Lascia un commento