Napoli-Atalanta diretta: Gasp espugna il Maradona LIVE

Archiviata la sosta dedicata alle nazionali, il Napoli di Francesco Calzona ha ospitato l’Atalanta di Gian Piero Gasperini allo Stadio Diego Armando Maradona, in occasione del lunch match della 30esima giornata del campionato di Serie A: il match è terminato 3-0 per i bergamaschi con le reti di Miranchuk, Scamacca e Koopmeiners. Tutti gli aggiornamenti in tempo reale.


15:40

Il Napoli non perdeva in casa da tre mesi

Il Napoli non perdeva in casa dalla gara di Coppa Italia contro il Frosinone lo scorso 19 dicembre.


15:26

Calzona: “Il caso Juan Jesus non ha influito sulla prestazione”

Calzona in conferenza: “Dobbiamo sopportare la contestazione legittima. La vicenda Juan Jesus non ha condizionato la prestazione della squadra. la squadra ha provato a rimontare fino al 90′. Una squadra che non ha entusiasmo non crea 4 palle gol nitide. Se non tiriamo fuori l’orgolgio abbiamo fallito io e i ragazzi. Dobbiamo fare di più per cercare di finire in modo dignitoso questa stagione”.


15:23

Gasperini: “Il razzismo è una brutta rogna, ma intorno c’è tanta ipocrisia”

Gasperini in conferenza: “Questa vittoria per noi è il modo migliore per iniziare questo ciclo dove si decideranno molte sorti del campionato. Hien è stato molto bravo con Osimhenm, è stato un rinforzo provvidenziale, anche se recuperare Toloi e Palomino è importante. Ho bisogno di tutti per superare questo periodo di partite. Scamacca? Spero andrà l’Europeo, noi siamo molto soddisfatti. Sono fisici particolari che maturano dopo, ad esempio per Luca Toni fu così. Dobbiamo aspettare, io sono molto contento. Caso Acerbi? Il razzismo è una brutta rogna, ma intorno c’è tanta ipocrisia, questo non mi piace. Spero che il calcio sia un veicolo per superarlo e non evidenziarlo. De Ketelaere ce la fa per la Coppa Italia? Ni, vediamo”.


15:11

Meluso: “Il primo tempo ci ha lasciato perplessi”

Le parole del direttore sportivo a Dazn: “Oggi non dobbiamo fare consuntivi ma pensare alle otto partite che rimangono da fare al meglio per rispetto della nostra gente. Ci dispiace molto per questa pesante sconfitta davanti a nostri tifosi. Dobbiamo pensare al nostro obiettivo di settimana in settimana. Contestazione? Fa male un po’ a tutti, pensavamo che quest’annata potesse prendere una piega differente. Evidentemente si è sbagliato qualcosa ma ci auguriamo che la squadra ritrovi brillantezza. Venivamo dalla sosta e non abbiamo dato continuità al buon pareggio contro l’Inter. Il secondo gol preso con un po’ di sufficienza al 45′ è stato determinante, poi siamo stati sfortutnati ma la sconfitta è meritata, non possiamo trovare scuse. Serve tornare ad aver un morale alto, sono venuto a parlare in sostituzione dei calciatori perché forse era meglio tenerli un po’ fuori per cercare tra di loro le motivazioni che non hanno perso il disappunto della tifoseria, che significa affetto e passione. Abbiamo fatto un buon percorso con Calzona, senza nulla togliere agli altri allenatori, e speravamo di fare un filotto di gare positive. Purtroppo il primo tempo ci ha lasciato perplessi. Con Zielinski non abbiamo avuto nessun tipo di atteggiamento ritorsivo sotto il profilo dell’impiego, è evidente che i discorsi che facciamo con gli allenatori è che la stella polare sia la meritocrazia”.


15:01

Calzona: “Siamo fragili, Champions più lontana”

Calzona a Dazn: “Ci sono meriti di una squadra forte ma tanti demeriti nostri. A volte durante la partita ci squagliamo e siamo fragili, questo quando non siamo in possesso di palla perché bene o male la squadra riesce a creare, anche se oggi è la prima partita senza gol. Dobbiamo trovare solidità in fase difensiva perché così non va bene Champions? E’ distante,  le possibilità si sono assottigliate ma dobbiamo guardare avanti e migliorare perché così si fa fatica. La matematica non ci condanna ma le possibilità sono veramente minime. Il problema è di squadra, non della fase difensiva: l’input lo dà chi va in pressione per difendere alti. Serve continuità, la fase difensiva non può essere di fantasia. Le vicissitudini le sappiamo tutti. Sono stati cambiati diversi allenatori, sono partiti giocatori importanti e i nuovi arrivi non hanno trovato l’ambiente ideale e non sono stati aiutati. Sono tanti quelli arrivati dall’estero, avrebbero avuto bisogno di una situazione più lineare perciò hanno inciso poco. Questo può essere uno dei problemi. La differenza tra quest’anno e l’anno scorso sono enormi, ma sono quelle annate che nascono così e non possiamo farci niente. Raspadori in quella posizione? Si allena bene e mi dà garanzie poi può sbagliare la partita, chi è entrato non ha fatto meglio. Simeone è entrato molto bene, cambiando modulo abbiamo creato ma con confusione e questa squadra non è pronta a cambiare modulo. Raspadori si sente una prima punta, me l’ha detto. Ma non è questo il problema, avendo Osimhen gioca lui e cambiando a modulo sacrificheremmo Lobotka, Anguissa non è nelle migliori condizioni. Si cerca di dare un po’ più di solidità e davanti viene sacrificato qualcuno come Simeone”.


14:55

Gasperini: “Siamo stati superioeri globlamente al Napoli”

Gasperini a Dazn: “Vinci 3-0 a Napoli e non puoi che essere soddisfatto, anche per come abbiamo vinto, Il Napoli ha creato tante occasioni con Osimhen però globalmente siamo stati superiori. Abbiamo raggiunto un livello di efficienza importante e con tante sostituzioni a disposizione abbiamo una squadra competitiva e che sta bene in campo. Scamacca? E’ importante giocare per tutti però c’è verità nelle parole di Scamacca. La partecipazione di tutta la rosa è ottimale: Hateboer non giocava da tanto, è entrato Toloi, poi Palomino. Sono giocatori  storici dell’Atalanta e il loro contributo, fuori e dentro il campo, è veramente alto e ragazzi come Scamacca li prendono come esempio. Io l’ho visto in crescita tutta la stagione con qualche periodo di flessione, le scelte sono del commissario tecnico. Lui ha già dato tanto all’Atalanta , non so se basti per la Nazionale ma mi auguro di sì. Se parliamo di trofei, di cosa parliamo? Scudetto o Champions? Il trofeo più vicino è la Coppa Italia, non ce ne sono altri per squadre come noi. Europa League? E’ oltre vent’anni che una squadra italiana non la vince ma noi non ci siamo mai tirati indietro. Bergamo mi aiuta perché l’ambiente è meno esigente che in altre piazze ma la chimica non è sempre nella stessa squadra negli anni. Le squadre cambiano, quest’anno c’è un mix di giocatori che sembra essere qui da tanto tempo anche se non è così. Scalvini ha un risentimento, Zappacosta preoccupa meno ma vediamo domani”.


14:47

De Roon: “Per l’Europa ci siamo”

De Roon:“Ieri ho compiuto 33 anni? Oggi il miglior regalo possibile per me, 3-0 a Napoli non credo che ci siano regali migliori. Ci siamo per l’Europa, vogliamo battagliare fino alla fine, siamo in tre competizione ma non vogliamo mollare in nessuna. Dobbiamo essere pronti e convinti. Napoli fuori dalla corsa Champions? Non dobbiamo escludere nessuno, possono fare un filone di vittore con solo il campionato ma dobbiamo pensare a noi stessi. Abbiamo meritato di giocare con il Liverpool e la semifinale di Coppa Italia. Ora dobbiamo premiarci, stiamo giocando alla grande e il ciclo di Gasperini continua”.


14:38

Scamacca: “Spalletti può sempre contare su di me”

Le parole dell’attaccante dell’Atalanta nel post partita ai microfoni di Dazn: “Sono molto soddisfatto perché lavoro per fare questo tipo di partitie, Oggi era uno scontro diretto per la Champions e siamo molto soddisfatti. Momento bellissimo perché è dall’inizio che ci lavoriamo, ora dobbiamo giocare e divertirci essendo più uniti che mai. Spalletti su di me può sempre contare, io cerco sempre di dare il massimo ed esprimere il mio potenziale, quando esce fuori sono ancora pià contento e detemrinato. Ora sto dando più continutià e sono contento soprattuttp per l’Atalanta perché sono stati i primi a credere in me. Quando giochi dall’inizio attacchi di più, magari quando entri a gara in corso magari biosgna più difendere quindi magari è un caso. Vorrei diventare determinante anche dalla panchina, è uno dei miei obiettivi. Questo mese e mezzoè fondamentale per noi e non lasciare punti importanti in campi così è fondamentale. Con le squadre di alto livello di sta lasciare dei punti ma oggi è stata la partita perfetta. Mi aspetto che chiunque giochi sputi il sangue in campo, non importa chi segna ma portare a casa il risultato. L’intesa con i compagni c’è, ci troviamo tutti bene”.


14:34

Napoli-Atalanta, tutte le statistiche del match


14:26

Contestazione al Maradona

Fischi e insulti per il Napoli dopo la sconfitta, soprattutto dalla curva: Osimhen il primo ad andarli a ricevere


14:22

90+5′ – Napoli-Atalanta 0-3: triplice fischio al Maradona

L’Atalanta supera il Napoli al Maradona e si porta a 50 punti in classifica, a -1 dalla Roma e a -4 dal Bologna. Gli azzurri restano fermi al settimo posto con 45 punti


14:19

90′  – Assegnati cinque minuti di recupero

La terna arbitrale ha assegnato cinque minuti di recupero


14:18

90′ – Di Lorenzo spreca

Il capitano del Napoli, da buona posizione, spara alto


14:16

88′ – Napoli-Atalanta 0-3: gol di Koopmeiners

Koopmeiners trafigge Meret con un diagonale precisissimo


14:12

84′ – Ammonizione per Di Lorenzo

L’arbitro estrea il giallo al capitano del Napoli dopo un fallo su Miranchuk


14:10

82′ – Giallo per Koopmeiners

Ammonizione per il centrocampista olandese per un fallo su Lobotka


14:10

81′ – Carnesecchi para ancora su Osimhen

Osimhen sbatte ancora sul muro Carnesecchi


14:08

79′ – Carnesecchi para con i piedi su Osimhen

Osimehn viene fermato ancora da un ottimo Carnesecchi, reattivo a respingere con i piedi il destro dell’attaccante


14:07

78′ – Meret salva su Lookman

Meret salva con una mano su un tiro ravvicinato di Lookman


14:04

75′ – Cambio per il Napoli

Dentro Simeone, fuori Anguissa


14:03

74′ – Occasione per Miranchuk

Miranchuk prova a piazzarla con il mancino: Meret salva in due tempi


14:00

72′ – Scalvini costretto al cambio

Dopo l’intervento difensivo su Lindstrom il centrale dell’Atalanta è costretto al cambio per un problema fisico: al suo posto Toloi


13:59

71′ – Lindstrom fermato da Scalvini

Lindstrom anticipato all’ultimo da Scalvini dopo una bella sponda di Osimhen verso la porta


13:56

67′ – Un cambio a testa per Napoli e Atalanta

Calzona inserisce Lindstrom per Politano mentre Gasperini toglie Kolasinac per Djimsiti


13:50

62′ – De Roon impegna Carnesecchi

De Roon sporca un pallone all’ultimo in area, Carnesecchi respinge lontano


13:49

60′ – Triplo cambio per l’Atalanta

Fuori Zappacosta, Pasalic e Scamacca. Dentro Ruggeri, Koopmeiners e Lookman


13:44

54′ – Doppio palo di Zielinski

Due legni colpiti dal Napoli: prima Zielinski, poi Osimhen. Sul tiro quest’ultimo fondamentale la deviazione di Carnesecchi


13:42

53′ – Ammonito Kolasinac

Giallo per il centrale dell’Atalanta per un fallo su Mario Rui


13:38

49′ – Ngonge a terra per una pallonata

Pallonata involontaria di Hien sulla nuca di Ngonge: il belga ha provato a rialziarsi per poi tornare a terra un po’ frastornato


13:34

46′ – Inzia il secondo tempo al Maradoma

Riprende la gara tra Napoli e Atalanta


13:33

Doppio cambio per il Napoli

Fuori Traore e Raspadori, dentro Zielinski e Ngonge


13:24

Napoli-Atalanta, tutte le statistiche del primo tempo


13:20

Hateboer: “Dobbiamo stare attenti”

Le parole di Hateboer a fine primo tempo a DAZN: “Il secondo gol è arrivato nel miglior momento. Ii sono 45 minuti da giocare con questo caldo e loro sono forti: dobbiamo stare attenti”.


13:18

45+1′ – Napoli-Atalanta 0-2: match all’intervallo

Napoli e Atalanta vanno negli spogliatoi con il risultato di 0-2: in gol Miranchuk e Scamacca


13:18

45′ – Assegnato un minuto di recupero

La squadra arbitrale ha assegnato 60 secondi di extra time


13:16

45′ – Napoli-Atalanta 0-2: gol di Scamacca

L’Atalanta recupera un pallone al limite dell’area del Napoli e Scamacca non perdona


13:12

Kvara in tribuna

Al Maradona c’è anche Kvaratskhelia: il georgiano non è stato convocato a causa di una forte contrattura


13:11

La reazione di Calzona al gol di Miranchuk

Guarda qui la reazione virale dell’allenatore del Napoli dopo il vantaggio dell’Atalanta


13:09

38′ – Ammonito Osimhen

L’arbitro ha estratto il giallo all’attaccante nigeriano dopo delle proteste reiterate in seguito a un fallo non fischiato


13:03

32′ – Doppio intervento di Meret

Doppio intervento di Meret per evitare il raddoppio su Pasalic e Kolasinac 


13:00

30′ – Chance Osimhen

Anguissa serve Osimhen, che in allungo non riesce a superare Carnesecchi, reattivo in uscita bassa


12:57

26′ – Napoli-Atalanta 1-0: ospiti in vantaggio con Miranchuk

Miranchuk porta in vantaggio l’Atalanta dopo una mischia in area di rigore


12:52

22′ – Meret sventa un’occasione dell’Atalanta

Meret toglie il pallone dalla testa di Hateboer con un’uscita strana ma efficace


12:48

17′ – Tentativo di Osimhen

Osimhen arriva di testa su un pallone vagante in area di rigore: colpo troppo debole per impensierire Osimhen


12:43

12′ – Cambio gomme per Di Lorenzo

Cambio degli scarpini per Di Lorenzo, uscito dal campo appositamente


12:33

3′ – Palo di Miranchuk

Subito un’occasionissima per l’Atalanta: Miranchuk colpisce il palp dopo un’azione di ripartenza


12:31

1′ – Partiti: è iniziata Napoli-Atalanta

La gara è cominciata al Marardona


12:29

Il gesto del Napoli durante l’inno della Serie A

Tutti i giocatori del Napoli, panchina compresa, si sono inginocchiati durante l’inno della Serie A: si tratta del gesto di Black Lives Matter. Prima del calcio d’inizio anche un minuto di silenzio per Joe Barone.


12:20

Meluso: “Delusi per la vicenda Juan Jesus. Nella vita basterebbe chiedere scusa”

Il commento del ds Meluso nel pre-partita sul caso Acerbi: “Il club ha fatto un comunicato, non parteciperemo a iniziative istituzionali contro le discriminazioni. Le faremo in maniera privata in quanto siamo rimasti delusi dalla vicenda Juan Jesus. Nella vita basterebbe chiedere scusa e assumersi le responsabilità”.


12:17

L’iniziativa contro il razzismo

Lo speaker Decibel Bellini insieme all’attore Marco d’Amore e Mane Seik , attaccante dell’under 15 del Napoli sono stati i protagonisti dell’iniziativa conrto il razzismo per sostenere Juan Jesus: “Troppo hanno visto i nostri occhi, troppo hanno udito le nostre orecchie, troppo hanno taciuto le nostre labbra, ma non è più questo il tempo dell’indifferenza e noncuranza: Napoli fai sentire la tua voce senza vergogna e senza paura diciamo uniti e insieme no al razzismo”.


12:14

Calzona: “Ho visto bene Juan Jesus”

Calzona ai micfroni di DAZN nel pre-partita: “Una vittoria ci darebbe grande slancio, siamo obbligati a vincere perché partiamo da lontano, ma se non fosse così la matematica non ci condanna. Ho ritrovato Juan Jesus in condizione ottime, ha lavorato bene: vorrei avere 20 di Juan Jesus per la professionalità che ha”


12:09

Gasperini: “Siamo una squadra solida”

Le dichiarazioni di Gasperini a DAZN: “Scamacca? Accendete sempre i giocatori su un giocatore o sull’altro ma l’Atalanta è una squadra dove ci sono più giocatori che stanno facendo un ottimo campionato e che a turno riescono a dare un contributo importante, vale anche per Scamacca. Non abbiamo una stella in assoluto che fa la differenza ma abbiamo una squadra solida e visto le tante partite, alternando i giocatori siamo riusciti a stare in alto. Ora vogliamo arrivare a qualche risultato importante”.


12:07

Scalvini: “Dovremo fare un gran lavoro per arginare il Napoli”

Le parole di Scalvini a DAZN: “Assenza Kvara? Loro sono una squadra con grande qualità, manca un giocatore ma ce ne saranno altri. Dovremo fare un gran lavoro per arginarli”.


12:05

Napoli con la quinta maglia e senza patch contro il razzismo

Il Napoli indosserà la quinta maglia stagionale, presentata in settimana, senza la patch di Keep Racism Out: vedila qui


11:52

Squadre in campo per il riscaldamento

Le squadre sono entrate in campo per il consueto allenamento pre-partita


11:49

La panchina del Napoli

La panchina di Calzona: Contini, Gollini, Natan, Olivera, Mazzocchi, Ostigard, Zielinski, Cajuste, Lindstrom, Dendoncker, Simeone, Ngonge


11:46

La panchina dell’Atalanta

Questi gli uomini a disposizione di Gasperini: Musso, Rossi, Palomino, Holm, Toloi, Koopmeiners, Toure, Lookman, Djimsiti, Bakker, Ruggeri, Adopo


11:43

Iniziativa per Juan Jesus contro il razzismo

Alle 12:10 allo stadio ci sarà un’iniziativa per sostenere Juan Jesus e contro il razzismo: leggi qui di cosa si tratta


11:38

La formazione ufficiale del Napoli

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Traore; Politano, Osimhen, Raspadori. Allenatore: Calzona


11:33

La formazione ufficiale dell’Atalanta

ATALANTA (3-4-1-2): Carnesecchi; Scalvini, Hien, Kolasinac; Hateboer, De Roon, Ederson, Zappacosta; Pasalic; Miranchuk, Scamacca. Allenatore: Gasperini


11:30

Dove vedere Napoli-Atalanta in diretta tv e streaming

Scopri dove vedere la partita di stasera in diretta tv e streaming: leggi qui


11:25

La probabile formazione di Gasperini

Leggi qui la probabile formazione dell’Atalanta


11:20

La probabile formazione di Calzona

Per scoprire il probabile undici del Napoli clicca qui


11:15

Napoli-Atalanta, sale l’attesa al Maradona

Manca sempre meno al fischio d’inizio di Napoli-Atalanta, sfida importante per la corsa all’Europa. A breve le formazioni ufficiali scelte da Inzaghi e Calzona.


Stadio Diego Armando Maradona – Napoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Napoli in ginocchio contro il razzismo: il gesto dopo il caso Juan Jesus Successivo Incredibile Benfica: tre rigori falliti, Di Maria umiliato dal portiere

Lascia un commento