Nadal-Ruud, sfida inedita in finale a Parigi: può Casper impensierire re Rafa?

I due tennisti non si sono mai affrontati in carriera: lo spagnolo ha vinto tutte le 13 finali giocate al Roland Garros, per il norvegese è la prima in uno Slam

A guardare i numeri, non c’è partita. Nadal è a una vittoria dal 14° titolo a Parigi e dal 22° Slam in carriera, che lo porterebbe a +2 da Federer e Djokovic; Ruud sogna il primo Major in carriera. Non solo: per il norvegese si tratta della prima finale a livello Slam, mentre per Rafa sarà la 30ª. Il bilancio fino a questo momento per lo spagnolo è di 21 vittorie e otto sconfitte, che diventa di 13 successi e nessuno ko nelle finali a Parigi. Sulla carta, la sfida sembra impari: riuscirà Ruud a impensierire il re del Roland Garros?

i numeri

—  

Per Ruud si tratta della 12ª finale in carriera a livello ATP e fino a questo momento il bilancio è ottimo: otto vittorie e tre sconfitte, due delle quali arrivate nei primi tre tentativi. Nelle ultime otto, dunque, il figlio di Christian – ex numero 39 al mondo – ha vinto sette volte, perdendo solamente contro Carlos Alcaraz quest’anno a Miami prima di vincere sulla terra di Ginevra contro Joao Sousa. Degli otto titoli in carriera, sette sono arrivati sul rosso: la terra battuta è la superficie su cui Ruud si esprime meglio, con il 73,3% di partite vinte in carriera. Il problema per Casper è che dall’altra parte della rete ci sarà il miglior tennista di sempre sulla terra: in carriera Nadal ha vinto il 91% dei match giocati sul rosso e al Roland Garros ha perso solamente quattro partite su 109 giocate.

il momento

—  

Dalla sua, Ruud può contare su un ottimo rendimento nelle ultime settimane: considerando gli ultimi tre tornei giocati (Roma, Ginevra e appunto Parigi), il prossimo numero 6 al mondo – era 8° nel ranking prima del Roland Garros – ha perso solamente una partita su 14 giocate, nella semifinale degli Internazionali d’Italia contro Novak Djokovic. Il serbo è stato battuto da Nadal ai quarti di Parigi, Rafa ha poi raggiunto la finale per il ritiro di Sascha Zverev nel secondo set per il brutto infortunio alla caviglia. Nadal è a una partita dall’arricchire ulteriormente la propria bacheca, Ruud sogna il primo Major in carriera. I precedenti tra i due? Nessuno: sarà la prima sfida tra Rafa e Casper.

Precedente Nations League, è pur sempre Italia-Germania: Mancini rivoluziona la Nazionale, chi gioca, dove vederla Successivo Nuova vita per il Flaminio? Non sarà casa Lazio, ma c'è un progetto (senza soldi del Pnrr)