Multiproprietà, ok alla proroga fino al 2028/29. De Laurentiis: “Un atto di buon senso”

Il Consiglio federale di questa mattina ha spostato la scadenza del divieto, che sarebbe scattato a giugno 2024. Esultano Napoli e Bari: “Rinunceremo al ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport e ad ogni altra azione legale, è arrivato il momento di collaborare”

Sorride Aurelio De Laurentiis. Il Consiglio federale ha approvato la modifica per la scadenza del divieto di multiproprietà (anche in due campionati diversi), prorogata ora al 2028-2029 e fino ad oggi prevista per giugno 2024. Sul Napoli e sul Bari di suo figlio Luigi diminuisce dunque la pressione di una vendita in tempi rapidi.

Le reazioni

—  

“È un atto di buon senso e una scelta che dà respiro a chi in questi anni ha creduto nel rilancio del calcio investendo ingenti risorse economiche” ha detto il numero uno azzurro. E insieme al figlio ha continuato: “Siamo soddisfatti e contenti di questa modifica, desideriamo ringraziare tutto il Consiglio federale e in particolare il presidente della Federazione Gabriele Gravina, per l’impegno e la volontà manifestata in questa occasione. Abbiamo già comunicato che rinunceremo al ricorso presentato nei giorni scorsi al Collegio di Garanzia dello Sport e ad ogni altra azione anche di natura risarcitoria, perché riteniamo sia arrivato il momento di aprire una pagina nuova per il calcio italiano fondata sulla fattività e sullo spirito di collaborazione”.

Precedente Palermo, da De Zerbi a Ranieri e De Rossi: tutte le piste per la panchina Successivo Fenerbahce-Dinamo Kiev: cori pro Putin dei tifosi turchi/ Video, vergogna a Istanbul

Lascia un commento