Moviola Roma, Makkelie non brilla: cosa è successo sul secondo rigore

Bene ma non benissimo Makkelie, atteggiamento troppo “etereo”, per due volte la partita s’è accesa senza che lui riuscisse a fare prevenzione. Si perde il fallo di mano di Hlozek, mentre fischia bene in campo il primo penalty. 
Recupero: 13’ (4’+9’)

Voto: 6 

I rigori netti

Nessun dubbio sui rigori concessi da Makkelie alla Roma. Tah trattiene nettamente Azmoun che gli aveva preso il tempo. Fischio immediato, grande presenza e controllo in area in attesa di un cross. Secondo dato dopo OFR: angolo di Pellegrini, Hlozek “para” con la mano destra aperta, Makkelie non vede, il VAR sì. 

Non è mai rigore

Prima aveva protestato (poco) il Bayer per un contatto in area della Roma fra Hlozek e Ndicka, correttamente Makkelie fa proseguire, è un contatto di gioco, spalla contro spalla, il giocatore tedesco si lascia anche un po’ andare. Svilar in uscita su Hofmann che gli schiaccia con un pestone la gamba e poi si butta, mai penalty. 

La Mass dopo 19′

L’inizio blando di Makkelie ha portato alla mass dopo 19’: Spinazzola a terra per un problema muscolare, il pallone è fra i piedi di Frimpong che ignora addirittura le indicazioni del proprio allenatore (Xabi Alonso chiedeva di buttare fuori il pallone): zero sportività, i giocatori si scaldano, tre gialli. 

L’azione dell’autogol di Mancini

Non ci sono falli nell’azione dell’autogol di Mancini: Svilar in uscita si va a scontrare con Smalling che stava controllando (con le buone e con le cattive) Schick, contatti di gioco. 
VAR: Dieperink (Ola) 6,5. Bravo sul secondo rigore. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Bayer Leverkusen-Roma, le pagelle: El Shaarawy vitale, pilastro N’Dicka Successivo Trionfo Atalanta, notte di festa a Bergamo: migliaia di tifosi in centro

Lascia un commento