Moviola Milan-Porto: Turpin malissimo, si perde tutto

Vista l’esperienza, era stato scelto per gestire le situazioni più delicate in un match da dentro o fuori. L’arbitro Clement Turpin (voto 4.5), con 31 partite dirette in Champions, è uscito invece tra i fischi di San Siro. Per almeno due ragioni: l’errore sul gol del Porto e la gestione dei cartellini.

Porto, gol da annullare

Al 5’ Grujic ruba il pallone a Bennacer e serve Diaz che segna lo 0-1. La dinamica è chiara: il serbo sgambetta il milanista con il piede sinistro; poi con il destro tocca il pallone, ma soltanto in un secondo momento. È fallo e Letexier al Var non se ne accorge. Sbagliano entrambi.

Milan, con il Porto solo un pari: ora serve un miracolo

Guarda la gallery

Milan, con il Porto solo un pari: ora serve un miracolo

Milan, gol ok

Ok l’1-1: tutti in posizione regolare. Giusto annullare il 2-1 di Ibra: l’assistman Hernandez è in fuorigioco sul passaggio di Krunic.

Disciplinare

Il primo giallo della partita lo prende Pioli per proteste. Il rigido Turpin perdona però Mehdi al 16’ (fallaccio su Theo) e Grujic che viene sanzionato “a chiamata” (dopo le proteste dei rossoneri) al terzo intervento rude. Giuste le altre ammonizioni a Tomori, Mbemba, Vitinha e Francisco Conceiçao. Pochi i 3’ di recupero nella ripresa, soprattutto per le dieci sostituzioni.

Var Letexier

Voto 5

Milan, la Champions è ancora amara

Guarda il video

Milan, la Champions è ancora amara

Precedente Juve, anche in campionato è tempo di De Ligt Successivo Roma, ag. Spinazzola: "Non c'è ancora una data per il suo rientro"

Lascia un commento