Moviola, Ayroldi jr in Sassuolo-Roma è da stop immediato

La moviola relativa alle gare di mercoledì (9 novembre) della 14ª giornata di Serie A.

Lecce-Atalanta, Aureliano 6

Ha un merito, però, e gli va riconosciuto: alla fine la porta sempre a casa, con fare compassato, paternalistico, magari. Oddio, la rissa finale forse poteva essere disinnescata (Maehle era da giallo), ma Aureliano tiene una gara non facile. 

Da giallo

Partiamo dalla fine: Maehle sorpassa i tabelloni della pubblicità e spinge via un raccattapalle per velocizzare la ripresa del gioco: Aureliano avrebbe dovuto ammonire, anche perché subito dopo Ruggeri dà un calcetto a Goinzalez, sempre per un pallone fuori: fosse intervenuto….

Regolari

Regolari entrambe le reti del Lecce: su quella di Baschirotto, tutto nasce da un tocco di Soppy che manda il pallone in angolo, sulla battuta non c’è fallo di Gonzalez su Okoli. Subito dopo è arrivato il 2-0, stavolta è stato lesto Colombo a strappare il pallone a Okoli, un contatto robusto ma senza fallo. 

VAR: Nasca 6

Deve solo confermare le decisioni del campo. 

Sassuolo-Roma, Ayroldi jr 5

In affanno Ayroldi, molte decision i tecniche e disciplinari lasciano perplessi: un po’ gambero, una gara avanti, una indietro, ieri decisamente male, pur in assenza di episodi specifici. Quello che combina sull’ammonizione a Mancini è da stop tecnico immediato. 

Regolare

Ok il gol di Pinamonti: Kyriakopoulos lancia Laurient é , tenuto in gioco nettamente da Smalling. 

(s)vantaggio

Incredibile: Ayroldi ferma il gioco per ammonire Mancini (contatto minimo con Frattesi) con il Sassuolo in 3 contro 1: Traorè, Pinamonti (soli) e Berardi contro Iba ñ e z (che era vicino al 10 neroverde). Errore gravissimo.  

Fallo e giallo

Consigli fuori dall’area: tocca con il petto, ma poi interviene su Shomurodov e lo colpisce con il piede sinistro (non c’è alcun intervento sul pallone): era fallo e quantomeno giallo (porta vuota, ma difesa già schierata a protezione).

VAR: Abisso 6

Non ha nulla da fare. 

I tifosi della Roma danno spettacolo al Mapei Stadium

Guarda la gallery

I tifosi della Roma danno spettacolo al Mapei Stadium

Torino-Sampdoria, Massa 5,5

Anche in una partita che si poteva arbitrare da sola, come nei campionati giovanili, l’internazionale Massa (di Imperia) riesce a metterci la ciliegina indigesta che ne macchia la prestazione: graziato Yepes da un secondo giallo facile facile, dubbi su un contatto Buongiorno-Montevago. 

Da rosso

Nella ripresa, Yepes entra su Ricci, in ritardo, a pallone già lontano: un cartellino facile da fare, codificato. Massa invece sceglie di andare oltre, sbagliando, non c’è gestione che tenga.

Dubbio

In area granata, Montevago allarga la gamba sinistra guadagnando il diritto di giocare il pallone, dietro Buongiorno lo tampona: dire che è di gioco o che è fallo del blucerchiato, nella visione di Massa, è quantomeno dubbio. 

No rigore

Linetty giù in area, Alex Ferrari lo tocca appena: mai rigore, una giusta l’ha fatta.

VAR: Abbattista 6

Suggerire un secondo giallo? Non è da lui…. 

Fiorentina-Salernitana, La Penna 6,5

Come se 627 giorni non fossero trascorsi. Chiuso il passato, torna in A La Penna e lo fa sotto gli occhi di Rocchi: gara più difficile di quella che è stata, tenuta con grande intelligenza. Convincente, con grande accettazione in campo. 

Tutto ok

Nessuna irregolarità sul gol di Bonaventura: non c’è fallo su Vilhena quando ha recuperato il pallone, è in gioco Ikonè (c’è Bronn) sul primo passaggio, Ikoné che poi gli restituirà il pallone.

Regolare

Tiziana Trasciatti ricorderà il giorno dell’esordio: l’errore sul fuorigioco segnalato a Jovic è grave, l’attaccante viola è in gioco di quasi un metro sul passaggio di Saponara. Servirà di lezione. 

Disciplinare

Ha dispensato sorrisi e calma, invece di gialli e fischi: 1 ammonito al 94’, 19 i secondi. Ha rischiato l’ammonizione Pirola, che prende il pallone pieno ma poi arriva come un treno su Cabral: da giallo.

VAR: Fourneau 6,5

Check sul contatto Mandragora-Piatek: play on. Il 2-1 lo (ri)segna lui. 

Inter-Bologna, Colombo 5

Non sufficiente la partita di Colombo, eppure facilissima: al di là dell’OFR (forse coperto, ma tocco di mano chiaro), errore grave la punizione del 2-1, che non incide sul risultato finale, ma sull’andamento momentaneo della gara sì. Tanti 6 gialli, troppe le ramanzine in campo con richiami plateali, non siamo ancora a quei livelli. Cose facili no?

Mai fallo

Il contatto fra Lucumì e Lautaro è di gioco, chiamarlo fallo è un’invenzione, il rossoblù prende anche il pallone, Colombo avrebbe dovuto far proseguire. La conseguenza è una bella mass confrontation, con Medel e Lautaro più nervosi di tutti.

Regolare

Ok la rete di Lykogiannis: sul tiro di Orsolini, deviato casualmente, è tenuto in gioco da Acerbi e Bastoni. 

Rigore

Girata di Dzeko, Sosa braccio destro largo: anche troppo al monitor, è rigore.

VAR: Mazzoleni 6,5

Basta non inventarsi nulla: ok l’OFR. 


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Milan, altro flop: senza Leao la squadra non vince Successivo Roma, le pagelle: Cristante lento. Karsdorp il peggiore

Lascia un commento