Mourinho: “In Ucraina farò qualche cambio. Derby? Ho sentito l’avversario… piccolo”

Vigilia di Conference League per i giallorossi, che affronteranno lo Zorya in trasferta: “Il nostro obiettivo è passare il girone e farlo da primi. A Sarri non rispondo”

“Non sarà una partita facile, qui non lo è mai”. José Mourinho, alla vigilia del secondo appuntamento di Conference League in Ucraina contro lo Zorya, avvisa tutti che, dopo la sconfitta nel derby, la Roma non sottovaluterà l’avversario. A proposito di Lazio, a Sky Mourinho, a quota 200 partite in Europa, invece dice: “Non sento il contraccolpo, la partita è finita, ho visto anche i giocatori bene. Le parole di Sarri? Non gli rispondo, dico solo che di tutte le partite giocate all’Olimpico quella contro di loro è quella in cui abbiamo dominato di più. La mia squadra ha sentito di essere più grande e abbiamo sentito l’avversario piccolo. Poi per carità conta il risultato e lo accettiamo”.

I precedenti ucraini

—  

In una conferenza resa molto complicata dalle difficoltà della traduzione (l’interprete si è scusata spesso), il tecnico portoghese dice: “Ho giocato qui a dicembre, in passato, e in condizioni molto diverse, adesso invece le condizioni sono perfette per giocare. In Ucraina con l’ Inter ho vinto all’ultimo minuto, con il Chelsea ho pareggiato, con il Manchester ho vinto 1-0 e non è mai stato facile”.

Poco turnover

—  

Ecco perché Mourinho ammette che farà turnover, ma senza esagerare: “Non esiste una seconda squadra, abbiamo la necessità di far riposare qualcuno (Karsdorp e Veretout sono rimasti a Trigoria proprio per lavorare bene) e dare possibilità ad altri, ma giocheremo con una squadra forte per vincere. Il nostro obiettivo è passare il girone e farlo da primi. È ovvio che preferirei vincere la Champions, ma giochiamo la Conference League e cercheremo di portarla a casa. Ma non è il momento di pensarci, pensiamo solo a vincere domani”. Sullo Zorya, Mourinho spiega: “Abbiamo visto le partite che hanno giocato in Europa e in campionato, magari domani cambieranno qualcosa, ma hanno giocato sempre con il 4-4-2. La squadra è molto organizzata e per me ci può mettere in difficoltà”. Battute finali su Pellegrini: “Non so se firmerà oggi o domani, da quando ho avuto la garanzia che lui avrebbe voluto rinnovare e la società voleva lo stesso per me è finita lì. Da quel momento ho avuto la fiducia al 100% che Lorenzo sarebbe rimasto con noi”.

Shomurodov titolare

—  

Poco dopo Mourinho a parlare è Eldor Shomurodov, che domani partirà dal primo minuto. Enormi difficoltà di traduzione anche per lui, ma alla fine l’attaccante riesce a dire: “Siamo pronti per vincere, siamo venuti qui per questo. Le squadre ucraine sono molto forti, ma noi vogliamo i tre punti. Io mi sento bene qui a Roma, non mi sono mai sentito la stella, ma mi sono adattato nel migliore dei modi grazie anche ai miei compagni che mi hanno aiutato”.

Precedente RISULTATI SERIE C, CLASSIFICHE/ Padova inarrestabile! Diretta gol live score Successivo Marsiglia-Galatasaray, l'attacco dei francesi può fare la differenza

Lascia un commento