Mourinho: “Grande Spallettone, ma che vuoi vincere tutte le partite?”

Simpatico siparietto su Dazn tra i tecnici di Roma e Napoli: “Ho profonda stima di Mou da anni, ci scambiamo anche gli auguri di Natale”, racconta il tecnico della capolista che commenta il 2-1 di Firenze con un “Potevamo fare di più”

Prima il siparietto con Josè Mourinho (“Grande Spallettone, grande. Ma che vuoi vincere tutte le partite? Secondo me tu devi perdere la prossima fuori casa… (sarà Roma-Napoli, ndr)”), poi l’analisi della settima vittoria di fila: Luciano Spalletti guarda tutti dall’alto col suo Napoli. “Non era facile vincere contro la Fiorentina. Non ci viene facile, dobbiamo imporci di avere certi comportamenti. Con due pallate dietro la linea difensiva diventa difficile. La verità è che le 5 sostituzioni allungano la vita alle partite, l’ho detto anche nell’ultima conferenza. Non basta nemmeno più avere due gol di vantaggio, se cambi 4 uomini puoi cambiare la partita, soprattutto se hai elementi validi”.

Gara sofferta

—  

Alla fine, comunque, Spalletti non è contento. “Abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità. Non siamo riusciti a far arrivare una palla giocabile a Mertens e Petagna. Anguissa è uscito alla grande nel secondo tempo, meglio da mediano. È stata una partita un po’ sofferta, l’abbiamo meritata ma è stato un successo risicato. Comunque dobbiamo recuperare bene qualche uomo: Mertens e Demme stanno di fatto iniziando ora, abbiamo bisogno di loro. La punizione vincente di Zielinski? L’ha fatta il Dortmund e ce l’ha fatta vedere il nostro analista, siamo uno staff completo, ci dividiamo i compiti. La punizione l’avrebbe potuta battere anche Mario Rui. Siamo uno staff, ci dividiamo i compiti”.

Precedente Benevento e Perugia non sfondano: termina 0-0 Successivo Diretta/ Fiorentina Napoli (risultato finale 1-2) azzurri a punteggio pieno

Lascia un commento