Mou contesta il rigore del Milan: “Il Var deve stare tranquillo, bere il té e lasciare andare la partita”

L’allenatore della Roma dopo la sconfitta col Milan: “Siamo sempre stati in partita, per questo devo parlare anche di arbitro”

“Noi abbiamo messo in campo una qualità molto bassa, ma non capisco cosa abbiano fatto Chiffi in campo e Aureliano al Var. Forse quest’ultimo voleva essere lui in campo, invece doveva rimanere lì, nel suo ufficio, bere un thé o una birra e non diventare protagonista”. In questa frase c’è tutto il pensiero di José Mourinho su Milan-Roma. Da una parte gli errori della sua squadra che non gli sono proprio piaciuti (il gol del 2-0, la palla persa che porta al rigore sbagliato da Ibra), dall’altro le decisioni arbitrali che gli sono piaciute ancora meno.

Si parte dalla Roma: “Siamo sempre stati in partita fino all’espulsione di Karsdorp, poi abbiamo fatto una gara bassa a livello tecnico, abbiamo sbagliato cose basiche, il rigore che abbiamo concesso (quello di Ibra, ndr), il gol del 2-0, abbiamo perso palla troppo facilmente. Però siamo stati sempre in partita e per questo devo parlare purtroppo anche di arbitro e var”.

niente uniformità

—  

Mourinho ammette che, se avesse arbitrato lui, non avrebbe dato né il rigore per presunto tocco di Abraham, né quello per un presunto fallo di Tonali su Zaniolo né quello finale di Mancini. Ma, chiede, uniformità di giudizio: “Per prima cosa non ho visto immagini chiare del rigore di Abraham, si vede il movimento in cui allarga il braccio ma non si vede il contatto. Aureliano era a casa o in ufficio, ma si vede che voleva stare qui visto che ha fermato lui il gioco. Per me nessuno dei tre episodi era rigore, se avessi arbitrato io, ma noi chiediamo uniformità e invece a livello arbitrale siamo sempre, diciamo, sfortunati. Il Var – dice ancora Mourinho – deve stare zitto e tranquillo, invece Aureliano ha voluto chiamare l’arbitro, fare il fenomeno, e Chiffi non ha avuto la personalità a San Siro di fare altro. Ma noi abbiamo fatto una partita globale bassa, non lo nego”. La sintesi? La fornisce proprio Mourinho stesso: “Siamo una squadra di media qualità che senza errori arbitrali poteva avere qualche punto in più”.

emergenza

—  

Battute finali sulla sfida contro la Juventus che la Roma, domenica, affronterà senza Karsdorp e Mancini, squalificati: “Se ci penso so che sarà dura per noi, cercheremo di migliorare, vediamo se riusciremo ad avere qualcuno per domenica anche senza allenamenti (Maitland-Niles, ndr). Ma dentro queste difficoltà vedremo se riusciremo a fare qualcosa”.

Precedente Sassuolo-Genoa, le pagelle: Berardi uomo squadra, 7. Destro, il gol è un gioiello da 7 Successivo Fiorentina, Italiano: "Situazione anomala, non so cosa succederà col Torino"

Lascia un commento