Moratti replica a Sala su San Siro: “Battuta infelice. Ora faccia il nuovo stadio”

L’ex patron dell’Inter risponde al sindaco che l’aveva esortato a comprare il Meazza: “Ha detto che prende lui le decisioni? Bene, allora proceda”

Chiamato in causa dal sindaco Beppe Sala, Massimo Moratti non le manda certo a dire. In mattinata il primo cittadino di Milano aveva esortato l’ex patron dell’Inter a comprare San Siro, visto l’appoggio al comitato favorevole al mantenimento dello storico impianto. E Moratti alla Gazzetta ha risposto così: “Ho trovato l’uscita del sindaco Sala abbastanza infelice. Come si fa a dire ‘se lo compri lui’? È una battuta da paese”.

Ora si proceda

—  

“Non è che per San Siro non ci dorma la notte… – ha proseguito il presidente del Triplete -. Piuttosto, con queste parole Sala ha annunciato ufficialmente che il nuovo stadio si fa, mentre credevo che ci fosse ancora margine per ripensarci. Ha detto che le scelte le fa lui, ha fatto una scelta e ora attendo che si proceda, senza fermarsi alle parole”.

Per i bambini

—  

A Fanpage.it ha aggiunto: “Cosa lo compro a fare, per giocarci con i bambini? San Siro per noi deve restare come unico stadio di Milano. Per come risponde, il sindaco dà per scontata la costruzione del nuovo stadio. Ed è ovvio che non è possibile tenerli entrambi. Ma il Comitato ‘Sì Meazza’ non vorrebbe tenere lo stadio come monumento, bensì per continuare ad avere Inter e Milan. Mi dispiace che il sindaco se la sia presa così e che abbia avuto questa notevole caduta di stile nella risposta che ha dato”.

Precedente Ihattaren si allena in Olanda, il personal coach: "Mai pensato di smettere" Successivo Napoli, De Laurentiis: "Caos plusvalenze? Non sono preoccupato"

Lascia un commento