Monza, parte l’era Stroppa: “Ecco dove servono rinforzi”. E spunta il test con la Juve

L’obiettivo del club brianzolo è quello di tornare protagonisti in Serie B; il tecnico ritrova Berlusconi e Galliani, l’obiettivo è un gioco aggressivo

Idee chiare in casa Monza con il ritorno di Stroppa da allenatore dopo la felice esperienza da calciatore. Il tecnico, dopo la promozione con il Crotone solo dodici mesi fa, ritrova Berlusconi e Galliani, ma anche l’ambiente brianzolo, con l’obiettivo di essere nuovamente protagonisti in Serie B.

GALLIANI

—  

“Siamo reduci dalla miglior stagione della storia del Monza, le basi direi che le abbiamo poste, nonostante la Serie A ci sia sfuggita prima all’ultima giornata e poi per un gol ai playoff. Credo che Brocchi abbia fatto un buon lavoro, ora però voltiamo pagina. Abbiamo scelto Stroppa per il gioco: abbiamo visto alcune partite, ci piacciono le sue idee e ha avuto la benedizione di Berlusconi al classico pranzo di Arcore. Ora il Monza è nelle sue mani”.

FIDUCIA

—  

Per Stroppa si tratta di un ritorno alle origini. “Sì, a Monza è come essere in famiglia. Sembra tutto molto semplice: tornare a casa, ritrovare dirigenti che hanno fatto parte della mia vita sportiva per tanti anni, avere a disposizione una squadra come il Monza, eppure non lo sarà, per questo sicuro che tutto ciò mi aiuterà ad essere concentrato al cento per cento in questo progetto. Dobbiamo avere la consapevolezza che potremmo trovare delle difficoltà, il campionato sarà praticamente una A2, ma non dovremo mai perdere di vista la nostra strada”. Come sarà il Monza? “Combattivo, aggressivo, volenteroso. Voglio vedere questi ragazzi dal vivo, poi vedremo come migliorare questa rosa anche in base alle caratteristiche che chiedo per i miei giocatori”.

MERCATO

—  

Non si parla di moduli: “Perché a Giovanni non piacciono i numeretti – chiosa Galliani -, ma posso dire che avremo una squadra di qualità. Sul mercato dovremo fare parecchie uscite, per la regola degli Under. Ci sarebbe piaciuto tenere Frattesi, aveva l’accordo con il Sassuolo, ma il ragazzo vuole la A. Quindi sicuramente prenderemo una mezzala dello stesso livello (probabilmente Mattia Valoti dalla Spal, nda) e poi davanti, chissà, al mister piacciono gli attaccanti che strappano. Vedremo. Ora siamo concentrati sulle uscite”.

IL PROGRAMMA

—  

Una delle occasioni per vedere in campo il nuovo Monza di Stroppa potrebbe essere il 31 luglio all’U-Power Stadium niente di meno che con la Juventus. Intanto nel pomeriggio è in programma il raduno a Monzello ed il 10 la partenza per il ritiro di Ronzone.

Precedente Italia, Vialli sa come si fa: quella sera del 1988 le Furie Rosse le smontò lui Successivo CALCIOMERCATO INTER/ Dall'Inghilterra spunta anche Mendy per la corsia mancina

Lascia un commento