Monza, Palladino: “Non penso al mercato, ho un gruppo solido e coeso”

Le parole dell’allenatore dei brianzoli in vista del match con la Fiorentina in programma domani alle 18.30

In vista del match con la Fiorentina, il tecnico biancorosso ha rilasciato le sue dichiarazioni osservando alcuni aspetti: “Domani sarà una gara impegnativa. Italiano un piacere affrontarlo, è uno dei più bravi tecnici del momento. Uno dei migliori, è fonte di ispirazione. E’ coraggioso, fa giocare bene le squadre e lo stimo. Lo studio già da qualche anno, dai tempi di Spezia. un grande onore affrontarlo, sarà una partita difficile, ma ci siamo preparati bene. Possibili mosse di mercato? Non vogliamo stravolgere nulla. Il gruppo è solido e modificato negli anni. Sono stati presi tanti giocatori dalla C alla A. Sono stati fatti tanti acquisti. Io sono stato chiaro con la società, questo è un gruppo solido e coeso. Le voci sono solo chiacchiere, io sono concentrato sul campionato. Per quanto riguarda le partenze ho dato delle direttive. Qui si sta bene, non ci sono giocatori scontenti. Il mercato è imprevedibile, ma in linea di massima resteremo così. Sensi? Lo stiamo aspettando, i dottori stanno facendo un ottimo lavoro. Stefano ha avuto un infortunio serio, ma sul recupero siamo a buon punto. A breve riprenderà a lavorare con la squadra.

Ho provato anche cose nuove, con un sistema di gioco diverso con i quattro dietro, con rotazioni diverse. I sistemi si possono modificare a gara in corso. È stato fatto un richiamo di preparazione, c’è stato un confronto con altri tecnici. Preferisco provare sempre a vincere, percepisco nei ragazzi la voglia di ottenere sempre il massimo risultato. Ci crediamo sempre. Pessina? È un giocatore straordinario, può giocare benissimo in mezzo al campo. Pablo Marí? Siamo tutti felicissimi, è rientrato velocemente. Lo staff medico ha fatto un lavoro straordinario. Ha fatto due amichevoli importanti, ce lo teniamo strettissimo. Rovella e Donati non ci saranno, gli altri stanno tutti bene, ma contiamo di recuperarli a breve. Mi farebbe piacere vedere più giocatori possibili in Nazionale, è anche questo un nostro obiettivo. Non penso al rinnovo, guardo alla Fiorentina, il contratto è l’ultimo dei miei problemi. Per me essere qui è già un grande traguardo, un punto di partenza importante. Il rinnovo non è una priorità, dobbiamo salvarci”.

Precedente Ronaldo mai così in basso da FIFA 07: EA Sports gli fa “pagare” l’Al Nassr Successivo Mac Allister alla Juve? Come cambierebbe il centrocampo di Allegri per FIFA

Lascia un commento