Monza: Galliani scatenato, nel mirino Gollini. E ora può prendere Nandez e Joao Pedro

Per la porta c’è anche Cragno, per il centrocampista del Cagliari bisogna battere la concorrenza del Napoli

La prima volta del Monza in serie A equivale a una missione straordinaria, rivedere una squadra targata Berlusconi ai massimi livelli. Galliani è dunque al lavoro per disegnare un team che abbia forza e qualità, in tutti i reparti. Competitivo. Le lunghe manovre sono iniziate, così per la porta si punta in alto, a un profilo con esperienza internazionale seppur italianissimo. Identikit che porta a Pierluigi Gollini, uno dei portieri nella lista dei biancorossi, che sta scalando posizioni nel gradimento del tecnico Stroppa. Si tratta di un giocatore di proprietà dell’Atalanta, in prestito al Tottenham del duo Paratici-Conte, che però nella scorsa stagione non ha fatto alcuna presenza in Premier League. Ora per il portiere con l’hobby del rap, il desiderio è quello di tornare in Serie A.

Una delle possibilità alla quale lavora il suo manager è il Monza, situazione intrigante da più punti vista, anche se non la sola in campo. Così la candidatura di Pierluigi sfida quella di Cragno del Cagliari, portiere del giro azzurro ad alto gradimento (piace anche alla Fiorentina che studia alternative nel ruolo). Cragno è però una meta costosissima da raggiungere perché i sardi, appena retrocessi in serie B, chiedono 25 milioni di euro per la sua cessione. Un cartellino dai costi a cinque stelle, certo inferiore alla richiesta dell’Atalanta per Gollini, che si aggira sui 15 milioni. C’è da dire che Pierluigi aspira a tornare in Italia da protagonista, ma bisogna fare attenzione ad altri club, come potrebbe essere la Fiorentina che segue sia Cragno sia, guarda caso, l’ex portiere degli Spurs. Nei prossimi giorni gli orizzonti saranno più chiari.

Il bomber

—  

Per quanto riguarda il fronte offensivo, non tramonta la pista Pinamonti, di proprietà dell’Inter, un tipo di giocatore adatto alla batteria degli attaccanti che desidera il tecnico brianzolo. Anche per Pinamonti, Monza sarebbe un’opportunità di crescita, un luogo per ritrovare lo sprint che lo aveva reso come uno dei migliori attaccanti della linea verde italiana. Ostacolo sulla strada la valutazione di Ausilio, che quota la sua punta ben 20 milioni di euro, troppo secondo Galliani.

Radio mercato bisbiglia di nuovi appuntamenti per oggi, una giornata piena di opportunità e di contatti tra i club. Come quello tra Monza e Cagliari, con un menu molto ricco, per diversi ruoli oltre a quello di Cragno. Si tratta dell’eventuale interesse dei brianzoli per il duttile centrocampista uruguaiano Nandez, sul quale va segnalato forte il Napoli, e per l’attaccante Joao Pedro. Dopo i primi approcci ci sono da limare le distanze economiche, soprattutto per la punta. Sullo sfondo le datate intenzioni per Romagnoli in difesa, o i recenti sondaggi per i centrocampisti Sensi e Gagliardini o l’attaccante Junior Messias. Dalla Juve interessano invece Pellegrini, ma il suo ingaggio frena gli entusiasmi, e il giovane Fagioli (che deve però prima rinnovare coi bianconeri), protagonista lo scorso anno alla Cremonese. Dove Braida spera di trattenerlo ancora per un anno, Monza permettendo.

Precedente Passa lo straniero. E i giovani italiani restano a guardare Successivo Juve e Milan per Zaniolo: "Io l'erede di Dybala? Vedremo..."

Lascia un commento