Milik, il tempo stringe: ora deve sedersi al tavolo col Napoli

NAPOLI – Ci sono giornate (quasi) completamente inutili: ore che volano via, aspettando che il nulla evapori. Ma questo è il mercato di riparazione e in tempi di Covid, pur avendo sbagliato, non è il caso di lanciarsi in pericolose operazioni finanziarie: la crisi c’è, si sente e si vede anche, e Arkadiusz Milik sta cominciando a farsene una ragione, ha intuito che non è il caso di tirarla troppo e ancora per le lunghe, ha buttato via altri cinque mesi della sua carriera e dilapidare il prossimo semestre gli costerebbe pure l’Europeo. Stavolta, pur senza che sia cambiato granché, s’avverte un’aria nuova o semmai la disponibilità a sedersi e a rifl ettere: l’Atletico Madrid si sta rivolgendo altrove ma l’Olympique Marsiglia rientra tra le possibilità che vanno tenute in considerazione.

Insigne apre, Rrahmani tradisce: Bakayoko lancia il Napoli al 90'!

Guarda la gallery

Insigne apre, Rrahmani tradisce: Bakayoko lancia il Napoli al 90′!

Uno sforzo

E se l’OM dovesse fare un piccolo sforzo, allungarsi cioè oltre i dieci milioni di euro che sembrano la soglia attuale per concludere l’affare, a quel punto si potrebbe entrare nel vivo della trattativa: il Napoli chiede 15 milioni di euro, gli immancabili bonus possono sanare il gap e spingere verso un esito positivo di una vicenda che va avanti da un bel po’ e che rischia di arrivare sino al 30 giugno, con esiti catastrofici per chiunque. […]

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna del Corriere dello Sport – Stadio

Napoli, pessima notizia: Osimhen ancora positivo al Covid-19

Guarda il video

Napoli, pessima notizia: Osimhen ancora positivo al Covid-19

Precedente Il tabellone, gli incroci: ai quarti già possibile un derby Milan-Inter Successivo Scamacca e Locatelli: Juve in pressing

Lascia un commento