Milan, Pioli: “Tonali strepitoso. Per lo Scudetto serve continuità”

MILANO – Il tecnico del Milan, Stefano Pioli, ha parlato ai microfoni di DAZN al termine del match vinto per 3-1 contro la Roma: “Ero sicuro che avevamo interpretato bene la sosta. La squadra aveva bisogno di rifiatare un attimo e poi lavorare con la giusta intensità. Ho trovato giocatori molto disponibili. Questo è un periodo particolare perchè possono succedere sempre degli imprevisti. Vedere tutta la squadra così pronta è sicuramente un bel segnale che ci deve accompagnare in questo girone di ritorno. Leao ha caratteristiche diverse dagli altri ma la squadra in generale ha giocato bene. E’ un piacere allenare questi ragazzi perchè sono generosi e vogliono crescere anche attraverso gli errori. Sono soddisfatto di questa gara ma dobbiamo concentrarci subito perchè siamo in pochi e c’è davanti una partita importante“.

Scintille e gol, il Milan batte la Roma: Abraham non basta a Mou

Guarda la gallery

Scintille e gol, il Milan batte la Roma: Abraham non basta a Mou

Pioli su Kalulu e Tonali

Kalulu secondo me gioca meglio nel centro destra di una difesa a tre. Ha una personalità incredibile perchè può anche sbagliare qualcosa ma passa avanti ed è molto intelligente. Ormai non mi sorprendo più. Sono contento sia per lui che per Gabbia. Si sono fatti trovare pronti contro una coppia di tutto rispetto. Queste prestazioni sono importanti per lo Scudetto ma solo se le replicheremo domenica prossima. E’ la continuità che fa la differenza, noi vogliamo migliorare i risultati dello scorso anno. Se avessi deciso di costruire con due centrocampisti avrei scelto Bakayoko e non Krunic. Ho scelto però di costruire solo con Tonali e credo abbiano funzionato tante cose. Sandro ha fatto una partita strepitosa. Non so quanti sono in Italia i 2000 che giocano come lui. Ha ancora margini di crescita e deve continuare così“. 

Precedente Juve-Napoli, Allegri: “Giochiamo contro una grande squadra, Morata è sereno” Successivo Milan-Roma, Mourinho: "Il Var ha fatto il fenomeno"

Lascia un commento