Milan, Pioli sogna già il bis: “Il nostro ciclo è appena iniziato”

La prima estate da campione d’Italia per Stefano Pioli è scivolata via in fretta, complice il raduno anticipato in vista della strana stagione alle porte, compressa per la lunga sosta dovuta al Mondiale in autunno.

L’estate da campione d’Italia di Stefano Pioli

L’allenatore del Milan ha comunque trovato tempo e modo per riflettere sull’impresa fatta e ha tutte le intenzioni, tra un anno, di vivere le stesse emozioni, godendosele magari un po’ più a lungo. Intervistato da Dazn il tecnico rossonero non ha nascosto le emozioni per l’entusiasmo toccato con mano nei due mesi post-scudetto: “È stata una bella estate con la mia famiglia e i miei amici, passata vedendo in giro tanti ragazzi con la maglia del Milan che mi chiedevano una foto. E’ stato tutto davvero bello ed emozionante. Questo entusiasmo mi ha fatto piacere, abbiamo coinvolto tutto il popolo rossonero che aveva bisogno di vivere un momento così“.

Milan, Pioli carichissimo: quante istruzioni ai calciatori

Guarda la gallery

Milan, Pioli carichissimo: quante istruzioni ai calciatori

Pioli avvisa le avversarie: “Il Milan ha più fame di prima”

Ora però è già tempo di ripartire per dimostrare che l’impresa può essere ripetuta: “Questa stagione sarà unica e particolare, molto intensa – l’avvertimento di Pioli – Servirà prepararsi al meglio perché giocheremo tante partite da qui a novembre. I primi tre mesi incideranno molto sul resto della stagione. Lo scudetto l’abbiamo meritato, poi che sia cambiata la credibilità intorno alla squadra è evidente. Malgrado i risultati positivi, nessuno credeva in noi, perché dicevano che ci mancavano esperienza e cinismo. L’ho ripetuto spesso ai miei ragazzi perché un allenatore deve saper dare certi stimoli. Vedo i ragazzi ancora più pronti e più preparati: sono convinto che il nostro ciclo sia appena cominciato perché abbiamo capito che per restare in alto occorre fare ancora di più“.

Tudor, onore al Milan: "È una squadra di primo livello"

Guarda il video

Tudor, onore al Milan: “È una squadra di primo livello”

“Il coro dei tifosi per me? Mi sono trattenuto tutto l’anno…”

Un ultimo sguardo al momento decisivo della cavalcata e poi Pioli accetta anche di parlare di sé stesso: “La svolta è stata nel derby di ritorno. Siamo riusciti a ribaltarla ed è stato importante non solo per la classifica, ma anche perchè ci ha dato una grande iniezione di fiducia. Da lì in poi abbiamo fatto un girone di ritorno di altissimo livello. Io mi sento bene, ho grande entusiasmo, mi piace il lavoro che faccio e soprattutto mi piace farlo qui. Ho sempre detto che quando sono entrato a Milanello ho sentito subito qualcosa di speciale. Il coro dei tifosi è bellissimo, molto emozionante. Ho sempre fatto fatica a trattenermi quando lo sentivo, mi sono lasciato andare solo all’ultima gara a San Siro. Era giusto festeggiare con loro anche se ci mancava ancora l’ultimo passo“.

Precedente Ronaldo, flop al rientro. Poi lascia lo stadio in anticipo Successivo Pres. Turris: "Non ci saranno più uscite, solo entrate. Tutti i giocatori rimasti sono incedibili"

Lascia un commento