Milan, Pioli: “Scudetto? Daremo il massimo fino alla fine”

MILANOArriva un momento decisivo per la stagione, le partite saranno tutte complicate e difficili. Dobbiamo continuare a giocare da Milan e dare il massimo fino alla fine, come abbiamo sempre fatto.”. Sono le parole in conferenza stampa di Stefano Pioli alla vigilia della sfida casalinga contro la Sampdoria. I rossoneri, reduci dalla vittoria contro la Fiorentina, si preparano dunque allo sprint finale del campionato: “Lavoriamo con serenità e fiducia. Scudetto? Dieci partite sono tante, la lotta si farà sempre più dura. Domani sarà difficile, la Sampdoria darà tutto ed è guidata da un’ottimo allenatore che stimo molto. Qualificazione in Champions League? La soglia dei 75 punti dovrebbe essere quella giusta – ha aggiunto –. Ci aspettano tanti scontri diretti e dovremmo affrontare squadre che lottano per la salvezza.”.

Milan al lavoro: Rebic vola verso il rientro con la Sampdoria

Guarda la gallery

Milan al lavoro: Rebic vola verso il rientro con la Sampdoria

“Rinnovi? Vedo tutti sereni”

Pioli ha fatto anche il punto sui giocatori tornati dalle Nazionali: “Sono tutti in buone condizioni tranne Brahim Diaz che ha ancora qualche problema. Valuteremo in serata.”. Sulla questione rinnovi: Siamo tutti sereni, non ci condiziona la situazione. Vedo molta concentrazione e attenzione. Il loro futuro è adesso, cambierebbe per tutti andare o non andare in Champions”. Sempre sulla Sampdoria: “Per la nostra idea di gioco dobbiamo avere il ritmo della partita, cercare di muoverci tanto e pressare quando la squadra avversaria è in possesso palla, e Bennacer è fondamentale per questo. La Sampdoria è una squadra che verticalizza molto e pressa molto, dobbiamo essere bravi a interpretare la partita e approfittare degli spazi. A Firenze abbiamo vinto grazie alla mentalità dei ragazzi”.

Probabili formazioni Milan-Sampdoria: aggiornamenti

Tonali e Theo Hernandez, che potenza: il Milan lavora duro

Guarda la gallery

Tonali e Theo Hernandez, che potenza: il Milan lavora duro

“Ibra? Carico e motivato”

Parlando poi del Milan ha aggiunto: “La squadra deve pensare in positivo, per tutto quello fatto fino ad ora. Bisogna avere fiducia dei propri mezzi. Siamo una delle sorprese del campionato. Oggi abbiamo 17 punti in più rispetto all’anno scorso.”. Commenti poi su Tomori (“Contento di come si è integrato con la squadra”), Hauge (“Ha avuto un appannamento dal punto di vista fisico ma è perchè è arrivato quando il campionato in Norvegia era appena finito”) e infine su Ibrahimovic: “Sta bene, è contento di essere tornato in Nazionale e ora di essere a disposizione del Milan. Non l’ho trovato stanco, i due allenamenti con la squadra di ieri e oggi sono stati ottimi.”.

Milan, la sosta di Brahim tra speranze e acciacchi

Guarda il video

Milan, la sosta di Brahim tra speranze e acciacchi

Precedente LIVE Conte: "Turnover? Alleno come se dovessero giocare tutti, siamo pronti" Successivo Inter, Conte: "Covid nel calcio? Si poteva fare meglio"

Lascia un commento