Milan, Pioli: “Ibra non invecchia mai, Leao punto di forza”

MILANO – A margine della vittoria per 2-0 ottenuta contro la Lazio, l’allenatore del Milan Stefano Pioli ha risposto alle domande dei giornalisti di Dazn: “Dovevamo dimostrare le nostre potenzialità e far vedere che il Milan gioca bene. Queste sono partite di grande livello, noi abbiamo messo piu qualità di loro e abbiamo vinto“.

Milan-Lazio 2-0, Leao e Ibra stendono Sarri

Pioli: “Leao punto di forza, Ibra non invecchia mai”

Il tecnico milanista si sofferma sui due marcatori del match, Leao e Ibra: “Leao è un punto di forza, così come tutti i giocatori giovani deve ancora lavorare ma salta sempre l’uomo così come Rebic, allenare questi giocatori con caratteristiche diverse e poter scegliere in base alla situazioni mi dà equilibro. Tutti sono disponibili al sacrificio. Zlatan non giocava da quattro mesi, sono contento di come è entrato e starà ancora meglio le prossime gare. Ibra non invecchia mai, ha una passione aldilà del talento che gli dà il vero fuoco. Si allena con piacere, compete sempre per vincere sia in partita che in allenamento“. Sulla prestazione di Florenzi: “Florenzi si è lamentato in campo per i pochi palloni giocati ma è stato importante tatticamente. Dobbiamo trovare soluzioni offensive efficaci che lo coinvolgano”.

Milan-Lazio 2-0, tabellino e statistiche

Pioli: “Stimolo ai giocatori? Ognuno ha la sua morale”

“Segreto per stimolare i giocatori? Credo che ogni giocatore abbia le proprie particolarità, caratteristiche e morale: bisogna toccare i tasti giusti, Quando vedi giocatori piu esperti allenarti e darti consigli in allenamento sicuramente ti aiuta”, afferma Pioli.Mancavano Giroud e Messias che potranno darci tanto. La strada la indirizza l’allenatore ma poi sono i giocatori a entrare in campo. E’ chiaro che dobbiamo migliorare e possiamo crescere, ma lo spirito c’è. Proveremo a vincere ogni singola partita e se troveremo difficoltà proveremo a superarle sempre”.

Festa Milan a San Siro: Leao e Ibrahimovic stendono la Lazio

Guarda la gallery

Festa Milan a San Siro: Leao e Ibrahimovic stendono la Lazio

Pioli: “Bene il pressing, ora testa alla Champions”

Il tecnico conclude plaudendo al ritmo partita dei suoi: “Siamo stati bravi coi due giocatori offensivi Rebic e Diaz, hanno lavorato bene su Ramos, Leiva e Acerbi e ci hanno dato la superiorità numerica, ho chiesto ai miei di essere aggressivi sui giocatori di qualita della Lazio: ottima prestazione, ho detto ai ragazzi di recuperare bene e farsi trovare pronti per l’impegno in Champions”. E chiosa con una frase che sembra un monito per il futuro: “I nostri sogni? Sono grandi, ma dobbiamo sognare solo di notte e lavorare di giorno”. 

CorrieredelloSport.fun, nasce il grande gioco dei pronostici. Partecipa gratis e vinci!

Precedente Lazio, Leiva: "Giocato non il nostro calcio. Ma fiducia in Sarri" Successivo Primavera: Brunete risponde a Raimondo, Bologna-Lecce 1-1

Lascia un commento