Milan, partenza sprint: boom abbonamenti e secondo utile consecutivo di bilancio

Lunedì 8 luglio il Milan si radunerà a Milanello per cominciare la nuova stagione sotto la guida di Paulo Fonseca. Nel frattempo, la società veleggia verso i 41 mila abbonamenti (già venduto il novanta per cento dei quali, con un incremento del 4% rispetto a un anno fa), a conferma di quanto grandi siano le aspettative dei tifosi per la prima annata dopo il quinquennio di Pioli, in volo verso l’Al-Ittihad, Arabia Saudita (accordo triennale, ingaggio fra i 16 e i 18 milioni di euro annui). C’è di più. C’è il secondo utile consecutivo di bilancio che si profila all’orizzonte della società di Gerry Cardinale, il cui esercizio 2023/2024, secondo le stime del sito specializzato Calcio e Finanza, dovrebbe chiudere con un attivo oscillante fra i 10 e i 20 milioni di euro.

Milan: cresce il fatturato

Nel dettaglio, il fatturato dovrebbe aggirarsi tra i 435 e i 440 milioni di euro, in aumento di oltre 30 milioni di euro rispetto alla passata stagione e comprensivo di oltre 56 milioni di euro di ricavi dal mercato (di cui quasi 52 milioni di euro di plusvalenze, la più rilevante grazie alla cessione di Sandro Tonali al Newcastle). La cura RedBird funziona anche a livello commerciale (nuovi contratti con Puma ed Emirates da circa 30 milioni a stagione ciascuno). Nonostante l’eliminazione dalla Champions League, i ricavi da diritti televisivi sfiorano i 138 milioni di euro, di cui oltre 83 milioni dalla Serie A e oltre 54 milioni dalla UEFA.

Le spese sono stimate in crescita rispetto alla stagione 2022/23. Si registrano in particolare, secondo le stime, maggiori ammortamenti – dovuti agli ingenti investimenti sul mercato con l’arrivo, su tutti, di calciatori come Pulisic, Chukweze, Okafor, Loftus-Cheek, Musah e Reijnders. Il risultato della gestione ordinaria secondo le stime di Calcio e Finanza dovrebbe aggirarsi quindi intorno a un utile tra i 10 e i 20 milioni di euro, ancora in miglioramento rispetto al +6,1 milioni del 2022/23. Sul versante del nuovo stadio a San Donato Milanese, che ha già comportato spese per 40 milioni di euro, la realizzazione dell’impianto richiede una spesa di 1,3 miliardi di euro. Dodici milioni di euro sono l’investimento pianificato per il varo di Milan Futuro, la seconda squadra che scenderà in campo nel prossimo campionato di Serie C, sulle orme della Juve NextGen e dell’Atalanta Under 23.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente CHI È IL VINCITORE DEL PALIO DI SIENA 2024?/ Due rinvii consecutivi: 45 anni fa vinse la Civetta (3 luglio) Successivo Il dado è tratto, Zaniolo torna in Serie A e giocherà nell'Atalanta di Gasperini

Lascia un commento