Milan, Kessie dal 1′ con lo Spezia. E c’è una chance per Maldini

Ballottaggio Tonali-Bennacer, Kalulu favorito sul rientrante Calabria. In attacco Daniel potrebbe far rifiatare Leao o Diaz: più difficile che Pioli rischi Giroud o Pellegri dall’inizio

Si gioca ogni 3-4 giorni, all’orizzonte c’è la sfida delicatissima di martedì in Champions con l’Atletico, sono 6 gli assenti per infortunio (più Messias che non è ancora atleticamente al 100%). Tutti fattori di cui Stefano Pioli deve tener conto, al momento di schierare il suo Milan nella trasferta di domani alle 15 al Picco. Turn over ragionato, insomma. E la sensazione è che, a meno di 24 ore dal match, ci sia ancora spazio per qualche riflessione del tecnico o ripensamento last minute.

Difesa

—  

Davanti a Maignan, la certezza è il ritorno di Tomori accanto a Romagnoli. A sinistra c’è di nuovo Hernandez, dopo la parentesi Ballo-Touré col Venezia. E a destra? Calabria è tornato tra i convocati, ma resta favorito Kalulu. “Saranno importantissimi anche i giocatori che entreranno a gara in corso”, ha sottolineato Pioli in conferenza. E in effetti l’ultima gara a San Siro contro i veneti l’ha dimostrato.

Centrocampo

—  

Dopo aver trascinato la linea mediana rossonera in questo inizio di stagione, Tonali potrebbe rifiatare, per tornare magari titolare in Champions (come non è accaduto ad Anfield). Si ricomporrebbe, dunque, la coppia Kessie-Bennacer a cucire il gioco tra difesa e attacco. L’unico sicuro del posto è l’ivoriano: Sandro e l’algerino sono in ballottaggio.

Attacco

—  

Molti più dubbi in avanti, ora come ora. Perché Giroud è tornato e – secondo Pioli – è pronto anche per giocare dall’inizio, sebbene sia solo una delle ipotesi al vaglio. Nel trio di mezzepunte, Saelemaekers è l’unico davvero sicuro del posto. La punta potrebbe essere nuovamente Rebic, con Maldini a dare un turno di pausa a Leao o a Diaz. Daniel titolare (ha più chance di Pellegri) è una bella suggestione: è stato provato in allenamento e in generale ha sempre fatto il suo, sia nelle amichevoli estive che negli scampoli di gara concessi da Pioli in partite ufficiali. Chissà che a La Spezia non si scriva un’altra pagina di storia nella dinastia Maldini in rossonero.

Precedente Juve-Samp, bianconeri sempre vittoriosi nelle ultime quattro sfide Successivo Cagliari, da rivedere la condizione atletica: Mazzarri ci lavora

Lascia un commento