Milan-Juve, le pagelle: Leao il migliore tra i rossoneri, 7. Ronaldo, serataccia da 5

Con il 4-2 alla Juve era cominciato il grande ciclo, l’impressione è che contro la Juve non sia l’inizio del grande ridimensionamento. Tante assenze, qualcuno che tradisce (Romagnoli, Theo) e una Juve con più soluzioni. Non tutti i cambi convincono. Ora però serve la reazione.

Precedente Pioli dopo il ko con la Juve: "Milan a testa alta, non ci sono rimpianti" Successivo Torino-Verona, le pagelle: Rincon da battaglia, 7. Dimarco alla Totti: 8

Lascia un commento