Milan, i Mondiali e gli umori in spogliatoio: chi brinda e parte e chi rimugina a casa

Sette convocati rossoneri per il Mondiale col morale altissimo, mentre la lista dei delusi parte da Tomori

I viali di Milanello raccolgono umori contrastanti. C’è chi brinda e sorride per la convocazione in Qatar. De Ketelaere con il Belgio, Theo e Giroud con la Francia, Dest con gli Stati Uniti, Kjaer con la Danimarca, Ballo-Touré con il Senegal, Leao con il Portogallo, tra prime volte e bis.

Precedente Juventus-Lazio, le pagelle: Fagioli illumina ancora, Rabiot giganteggia, Locatelli preciso Successivo Marotta: "Dzeko merita il rinnovo. Juve? Non andai via per l’operazione Ronaldo"

Lascia un commento