Milan e Leao, le carte segrete: tutta la verità

Il mese di gennaio sarà quello cruciale per capire se arriverà o meno il rinnovo di contratto di Rafael Leao con il Milan. Un dossier difficile, lungo, ricco di ostacoli e con un cast di personaggi coinvolti degno di una serie televisiva. A gravare sulla situazione, come ormai noto, c’è il “lodo Sporting” che vede Leao condannato a pagare una cifra di 19 milioni, interessi compresi, al club portoghese a seguito di una vertenza legale che fonda le sue radici nella risoluzione unilaterale del contratto per giusta causa, esercitata dal calciatore nel giugno 2018 a seguito di un’aggressione subita da Leao e altri calciatori dello Sporting per mano di alcuni ultras del club biancoverde. Leao, a seguito di quello svincolo, firmò a parametro zero con il Lille e qui inizia tutta la querelle.

Leao dà spettacolo con 2 gol e un assist: l'Inter si arrende al Milan 3-2

Guarda la gallery

Leao dà spettacolo con 2 gol e un assist: l’Inter si arrende al Milan 3-2

L’ex agente, la carta e l’indennizzo per Leao

L’ex agente dell’attaccante del Milan, stando ad alcune fonti, avrebbe firmato con il club francese un documento nel quale il Lille si impegnava a indennizzare lo Sporting, come hanno fatto gli altri club che hanno preso a prezzo di saldo gli altri calciatori che si erano liberati usando lo stesso metodo di Leao. Tuttavia questo documento, a seguito della revoca della procura da parte di Leao, sarebbe ancora nelle mani del suo ex agente e questo ha impedito al calciatore di potersi presentare al Tas in una posizione più morbida. Inoltre lo Sporting ha avviato una causa civile al tribunale del Portogallo che è stata poi assorbita dal Tribunale di Milano dove Leao è stato condannato a risarcire il suo ex club, con annesso pignoramento del 20% del suo stipendio. Quindi, attualmente, gli vengono tolti 300 mila euro all’anno che finiscono nelle casse dello Sporting. A marzo è prevista la sentenza d’appello, ma le chance di ribaltare la situazione sono davvero minime. Questo cosa vuol dire? Significa che Leao – a oggi – ha bisogno di monetizzare il più possibile per poter arrivare a saldare il suo debito con lo Sporting e questa vicenda se la porterà dietro in qualsiasi club nel quale giocherà in futuro, fino all’estinzione del debito.   

Top 5 gol "più difficili" del Mondiale, c'è anche Leao

Guarda il video

Top 5 gol “più difficili” del Mondiale, c’è anche Leao

Precedente Tuttosport: "Figuraccia Milan col PSV. Bocciati Mirante, Dest, De Ketelaere e Adli" Successivo Lukaku, è l’ora: nel mirino rimonta e prestito-bis, ma Inzaghi si fa in 4

Lascia un commento