Milan, difensore a zero per l’estate: Kelly resta avanti

MILANO – Il difensore centrale a gennaio non è arrivato, con buona pace di Stefano Pioli che, come si suol dire, venerdì scorso, vigilia di Frosinone-Milan, ha fatto buon viso a cattivo gioco: «Le opportunità che si sono create, non rispondevano alle nostre o alle mie esigenze, non le abbiamo ritenute all’altezza: volevano un giocatore di livello e pronto, non uno che aveva bisogno di tempo per inserirsi». Il Milan però in estate acquisterà sicuramente un centrale che possa rinforzare il reparto per la prossima stagione, a prescindere da cosa accadrà con Tomori, Thiaw, Kalulu e Gabbia. Kjaer è in scadenza di contratto e quasi certamente non rinnoverà il contratto. Per fare uno step verso l’alto, servirà un nuovo elemento, preferibilmente mancino e, perché no, magari a zero.

Il ‘tesoretto’ per un attaccante

Il Milan nel prossimo mercato dovrà principalmente trovare il nuovo centravanti e di certo dovrà investire molti soldi – Zirkzee e Sesko, per dire, hanno ormai valutazioni superiori ai 50 milioni -, dunque riuscire a ingaggiare un difensore a parametro zero potrebbe rivelarsi una mossa ideale per studiare le successive mosse. Certo, a Casa Milan non hanno cancellato dai radar Buongiorno del Torino, ma Cairo nelle scorse settimane ha chiesto non meno di 40 milioni per il suo gioiello e in estate la valutazione potrebbe addirittura lievitare. Difficile, se non impossibile, pensare che il Milan possa tornarci, a meno che non arrivi una cessione eccellente in stile Tonali a finanziare un mercato in entrata da più colpi di un certo spessore economico. Quindi, ecco che per la retroguardia resta in altissima quota il nome di Lloyd Kelly, 25enne centrale mancino del Bournemouth. L’inglese piace tantissimo a Moncada che è andato a vederlo più volte promuovendolo a pieni voti. Il Milan lo avrebbe pure preso a gennaio pagando un conguaglio, ma il club del sud ovest brittannico ha detto no. Kelly però non rinnoverà e in estate andrà via. Piace a diversi top club inglesi, mentre in Italia l’interesse della Juventus si è raffreddato dopo l’acquisto di Tiago Djalò. Furlani, Moncada e D’Ottavio continuano a lavorarci, hanno avuto diversi contatti con il suo entourage e presto potrebbero tentare l’affondo decisivo per anticipare la concorrenza della Premier.

Adarabioyo l’alternativa

L’alternativa, sempre a parametro zero, si trova a Londra. Si tratta di Tosin Adarabioyo del Fulham e anche in questo caso il club rossonero ha provato a sondare il terreno per anticipare l’affondo a gennaio, ma non ha trovato uno spiraglio. Adarabioyo, colosso di 196 centimetri, è destro e per questo meno prioritario rispetto a Kelly, però piace comunque. Cresciuto nel vivaio del City, ha molti estimatori in Premier. Se invece la dirigenza rossonera non dovesse riuscire a completare un affare a zero, tornerebbero in prima fila alcuni degli obiettivi, in particolare tre, sondati a inizio anno e pure loro non liberati dai propri club: Maxence Lacroix del Wolfsburg, destro, potente fisicamente, ma pure veloce; Jakub Kiwior dell’Arsenal, mancino e cercato già ai tempi dello Spezia e restato sempre nei radar rossoneri e Lilian Brassier del Brest, pure lui di piede sinistro e valutato sui 15 milioni. Kelly però resta in cima ai pensieri di Moncada perché lo ritiene il nuovo Tomori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Milan-Napoli, Mazzarri contro il diavolo Successivo Baldanzi corre: come sono stati i primi nove giorni a Roma

Lascia un commento