Milan, da Hauge possono arrivare 12 milioni ma c’è una condizione per il riscatto

Nel segno di Hauge. L’Eintracht Francoforte ringrazia il talento norvegese, autore del gol decisivo nei minuti di recupero sul difficile campo dell’Olympiakos. Appena tredici minuti sono bastati all’ex Milan per determinare in una competizione, l’Europa League, che lo aveva visto protagonista anche nella passata stagione. Jens non ha paura di prendersi le proprie responsabilità nei momenti più delicati, quelli da dentro o fuori. Ha smaltito con classe e carattere la delusione di non essere rimasto a Milano ponendosi nuovi orizzonti e obiettivi da raggiungere.

Ascolta “Milan protagonista sul mercato a gennaio: ecco i nomi dei possibili colpi per Pioli” su Spreaker.

Il MILAN OSSERVA – L’esplosione di Leão e la presenza di un vice-campione del mondo come Rebic ha portato il Milan a fare scelte diverse su Hauge. Non una bocciatura ma una opportunità: Jens era arrivato dal Bodo Glimt per 4,5 milioni e la sua cessione può generare una ricca plusvalenza. Con l’Eintracht Francoforte era stato trovato un accordo sulla base di 10 milioni di euro più bonus che possono arrivare a circa 12. Il prestito con diritto di riscatto diventa obbligo solo al raggiungimento della salvezza del club tedesco che, allo stato attuale, occupa la terzultima posizione nella Bundesliga. Hauge in Germania si trova bene e farà di tutto per aiutare il club a raggiungere l’obiettivo, il Milan osserva e conta di incassare presto una cifra importante per il bilancio.

Precedente Vlahovic a casa Juve sfida Dybala. Show tra mancini e (futura) coppia da sogno? Successivo Ibra e Dzeko, Leao e Brozovic: ecco le strategie di Pioli e Inzaghi

Lascia un commento