Milan, chi gioca da centravanti? Ibra e Giroud out, Rebic favorito su Leao

Zlatan non sarà rischiato e il francese ha lasciato l’allenamento pomeridiano nel mezzo della seduta, a causa del problema alla schiena. Nel ruolo di prima punta il croato dà più garanzie di Leao

Stefano Pioli oggi non parla: periodo denso di apparizioni davanti ai microfoni, vista la quantità d’impegni previsti dal calendario del Milan. Dunque si salta un giro di conferenza stampa – come spesso capita quando ci sono turni infrasettimanali di Serie A – e ci si concentra sul campo, in vista della sfida col Venezia. Pronostico strafavorevole al Diavolo, quello del match di San Siro, ma insomma, vietato distrarsi. E proprio gli ultimi allenamenti a Milanello hanno dato a Pioli le risposte che cercava in termini di formazione, visti i tanti infortuni che hanno colpito la sua rosa.

Giroud non ce la fa

—  

Il problema alla schiena continua a perseguitare Olivier Giroud. L’attaccante ha lasciato nel pomeriggio l’allenamento, nel corso della seduta, a causa della lombalgia alla schiena che continua a perseguitarlo da dopo la trasferta di Anfield. Con buona probabilità non sarà disponibile neppure Zlatan Ibrahimovic: proprio ieri sera il presidente Scaroni ha ipotizzato il rientro di Ibra nel prossimo match di Champions, tra una settimana contro l’Atletico Madrid. Ma lo svedese sta meglio e con lui.. mai dire mai. Di certo non verranno presi rischi.

Rebic on fire

—  

Ecco allora che gli indizi portano ad Ante Rebic, a segno contro la Juve. Quello di punta centrale non è il ruolo prediletto dal croato, ma Rebic sa adattarsi meglio di Leao, decisamente più pericoloso se schierato sul lato sinistro del trio di mezzepunte. Troppo presto, invece, per pensare di lanciare Pietro Pellegri, che da poco ha assaggiato la realtà Milan e lavora per essere utile quando Pioli gli darà minuti. Più pronto Daniel Maldini, già impiegato dal tecnico rossonero nei finali di gara ad Anfield e all’Allianz Stadium.

Precedente Dalla dedica ai narcotrafficanti all'arresto a Napoli: la parabola di Antony De Avila Successivo Serie B, Benevento-Cittadella 4-1: Lapadula show! Alessandria-Ascoli 1-3

Lascia un commento