Milan, carica Mirante: “Trattativa lampo: non avrei mai potuto dire di no”

Antonio Mirante, neo portiere rossonero, ha rilasciato un’intervista a Milan TV. Ecco cosa ha detto l’estremo difensore

Antonio Mirante, neo portiere rossonero, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Milan TV. Ecco le parole di Mirante: “Le mie sensazioni sono positive, soprattutto per il modo in cui è arrivata questa chiamata. Tutto questo mi dà ulteriore spinta, anche perchè ho la consapevolezza e l’età per non andare nel panico e gestire al meglio la situazione”.

Sulla trattativa: “La trattativa è stata un fulmine. E’ arrivata lunedì pomeriggio la chiamata dopo l’infortunio di Maignan, a cui auguro un in bocca al lupo. La trattativa è stata immediata perchè ho subito accettato il Milan, al quale non si può dire di no”.

Sull’età: “Alla mia età è giusto che porti anche delle qualità umane all’interno dello spogliatoio, che dall’esterno sembra essere già ad alti livelli. La squadra dà l’impressione di grande entusiasmo e grande spinta e questo per me è un grande valore”.

Su Pioli: “Con il mister non ho mai lavorato insieme. Ho avuto sempre l’impressione di un allenatore preparato, che è arrivato al Milan nel momento migliore. Questo ha permesso una crescita esponenziale da entrambi le parti. Credo che questo matrimonio durerà a lungo”.

Sulla squadra rossonera: “La cosa che risalta agli occhi guardando il Milan è che una squadra che dà sempre l’idea di quello che fa. Hai la percezione che sanno bene cosa fare in campo. E’ una squadra ben messa in campo, che ha un’idea, un’identità ben precisa. E’ una squadra che può dare filo da torcere a tutte”.

Su Florenzi: “Florenzi l’ho sentito tramite messaggio perchè sono giorni impegnativi. Ci siamo salutati e ci siamo dati appuntamento a Milanello. Conosco Romagnoli, ma conosco quasi tutti: sono certo che non avrò alcun problema ad inserirmi”.

Su Dida: “Dida è stato un portiere eccezionale. Come preparatore non lo conosco, ma alla mià età, già ai tempi della Roma, ho capito che si può sempre migliorare e ogni giorno metto un mattone sulla mia esperienza e sulle mie qualità. Credo che Dida mi possa dare ancora tanto e può portare a limare i miei difetti. Non posso pensare di accontentarmi e quindi lavorerò molto con lui”

Saluto finale: “Un saluto a tutti i tifosi del Milan. Sono felice di essere qui. Ci vediamo a San Siro sabato”.

Precedente Milan-Verona: Hellas mai 3 punti a San Siro. Ma l'ultima volta fu un pareggio Successivo Fekir: "In campo amo il contatto con gli altri calciatori"

Lascia un commento