Milan, Calabria è il nuovo capitano: l’ufficializzazione via social

A poco più di due settimane dall’inizio del campionato, il Milan ha ufficializzato il nome del nuovo capitano, che erediterà la fascia da Alessio Romagnoli, passato alla Lazio a parametro zero dopo sette stagioni in rossonero.

Milan, Calabria capitano: succede a Romagnoli

Il “prescelto” è Davide Calabria e non si tratta certo di uno scoop, dal momento che l’esterno difensivo nativo di Brescia era stato di fatto già il detentore della fascia per buona parte della scorsa stagione, durante la quale Romagnoli ha disputato solo 19 partite, non riuscendo a recuperare la maglia da titolare neppure dopo il grave infortunio al ginocchio subito da Simon Kjaer.

Milan scatenato: cinque reti al Wolfsberger, Adli e Leao show

Guarda la gallery

Milan scatenato: cinque reti al Wolfsberger, Adli e Leao show

Milan, Davide Calabria e la tradizione dei capitani dal vivaio

Il Milan ha celebrato l’investitura ufficiale di Calabria attraverso un suggestivo video pubblicato sui propri canali social, nel quale il difensore viene ripreso nei momenti della “vestizione” della fascia. “Looking proud” la didascalia scelta dal club rossonero per commentare quei secondi emozionanti per tutti i tifosi del Milan e anche per lo stesso Calabria, classe ’96, prodotto del vivaio del Milan, con cui ha esordito in Serie A il 30 maggio 2015 contro l’Atalanta. Con Calabria, peraltro, riparte la tradizione dei capitani cresciuti nel vivaio rossonero, che ha avuto interpreti leggendari negli anni ’70 e ’80, da Collovati a Franco Baresi, fino a Paolo Maldini e Massimo Ambrosini, l’ultimo in ordine di tempo nel 2013. Senza dimenticare Aldo Maldera, capitano nella stagione della stella, 1980-’81, del quale proprio il 1° agosto si è commemorato il decennale della scomparsa.

Ibra-Donnarumma, diretta social

Guarda il video

Ibra-Donnarumma, diretta social

Calabria e la gioia per lo scudetto: “Eravamo sicuri di potercela fare”

Poche ore prima del video, Calabria, in un’intervista concessa a Dazn, era tornato sulle emozioni dell’annata coronata dalla conquista dello scudetto:Lo scudetto è stata l’emozione più bella della mia vita e il raggiungimento di un sogno. Ci abbiamo sempre creduto eravamo seri fin dal primo giorno dell’anno. Si sentiva nell’aria la voglia di vincere lo scudetto, a parole è difficile da esprimere, ma eravamo sicuri di potercela fare“.

Precedente Como, Fabregas: "A Buffon ho già segnato due gol in carriera, perché non fargli anche il terzo!" Successivo Roma, bagno d'amore dei tifosi: 150mila nelle prime tre gare all'Olimpico

Lascia un commento