Mihajlovic: “Non ripetiamo gli errori. Barrow fuori? Se succede sarà perché…”

Sinisa è pronto a sfidare l’Udinese dopo 4 pareggi di fila: “Mercato? Se va via Denswil è chiaro che un difensore va preso”

“Sono state più le volte in cui sono mi sono scoperto orgoglioso dei miei ragazzi, l’ultima volta in ordine di tempo contro l’Atalanta perché abbiamo recuperato dopo due gol di svantaggio e abbiamo quasi rischiato di vincerla. L’altro giorno, sentendo Saputo, abbiamo parlato di un concetto, che ho detto anche ai ragazzi: bisogna far tesoro dell’esperienza passata, essere intelligenti, sarebbe brutto ripetersi negli errori, rifare le stesse cose di un anno fa non avrebbe senso. Nella vita come nel calcio”.

Sinisa Mihajlovic pronto a sfidare l’Udinese, una squadra che il tecnico del Bologna vede quasi come un tabù. “È una squadra forte, fisica, dietro, in mezzo, davanti. Una squadra completa” spiega Mihajlovic.

Dominguez, peccato

—  

Il Bologna arriva da quattro pareggi di fila, non vince dal 29 novembre (in casa contro il Crotone). “A Firenze i ragazzi mi sono piaciuti, c’è stata gestione, c’è stato controllo tranne che negli ultimi minuti: lì ci eravamo quasi accontentati di pareggiare a me non piace, perché bisogna sempre provare a vincere. L’equilibrio che ho visto lo vorrei rivedere domani, l’intelligenza anche. Mi dispiace che manchi Dominguez perché squalificato: a Firenze ha fatto vedere chi è, in tutto e per tutto. E mi piace sottolineare che mi sto ricredendo nei confronti di Paz: è diventato affidabile. Oltretutto, poi, ho rivisto bene Dijks, quello che conobbi quando arrivai qui”.

Barrow panca, mercato

—  

Tre partite, come tutti, in una settimana: quanto turnover farà Sinisa? Barrow rischia veramente la panchina? “Cercherò di cambiare il meno possibile: se lascerò fuori Barrow sarà perché voglio premiare Vignato, che ogni volta che gioca sa dare cose importanti. Quindi non sarebbe una bocciatura per Musa. Il mercato? Se va via Denswil è chiaro che un difensore va preso”.

Precedente Samp, Ranieri: "Quagliarella-Juve? Sarebbe un premio per lui..." Successivo Mbappé, Lebron e il misterioso scambio d'identità

Lascia un commento