Messico: giocatori minacciati di morte dopo la sconfitta

L’ennesimo risultato negativo per la Nazionale del Messico porta con sé tantissime critiche e, purtroppo, anche una serie di minacce a carico di alcuni calciatori e le rispettive famiglie. La denuncia è arrivata da Karla Mora, moglie del portiere Guillermo Ochoa, che ha reso noti alcuni dei messaggi ricevuti via social dopo il k.o. della formazione messicana contro il Canada.

L’obiettivo dei questi “stupidi” utenti che si dicono fan del Messico sarebbe quello di far allontanare certi calciatori dalla squadra. La compagna di Ochoa, noto in Italia per alcuni rumors di mercato avvenuti nelle scorse annate che lo volevano vicino al Napoli, ha condiviso in rete le terribili parole ricevute con tanto di minaccia di morte. La sua risposta, però, è stata più che elegante: “L’odio non porta da nessuna parte. È sport, a volte si vince e a volte si perde. Siamo tutti esseri umani e tutti possiamo sbagliare ed è proprio da quegli errori che vengono fuori l’uomo, la tua versione migliore e milioni di bei momenti. Stai sereno, c’è ancora molta strada da fare e sono sicura che darai molte gioie al Messico”, ha scritto la donna in una storia Instagram. Come spiegato da Uol, non è la prima volta che alcune mogli dei calciatori messicani subiscono tali messaggi.

Precedente Non solo il nuovo San Siro, ecco le strategie delle big per gli stadi di proprietà Successivo Cairo promuove Juric: "Si vede la sua mano, nel gioco e nell'atteggiamento"

Lascia un commento