Mercato Lazio: è tempo di cessioni, Muriqi e Lukaku ai saluti

La Lazio sembra essere molto attiva sul mercato, non solo in entrata: da Muriqi a Vavro, si valutano le prime cessioni

Sembra già essere entrato nel vivo il calciomercato in casa Lazio. La dirigenza biancoceleste è sempre più vicina a chiudere la trattativa per Marcos Antonio, il quale a breve dovrebbe firmare il suo nuovo contratto. Il brasiliano raccoglierà l’eredità di Lucas Leiva davanti alla difesa. In porta Sarri vuole Carnesecchi, con Vicario prima alternativa. Per il reparto difensivo Romagnoli rimane l’obiettivo principale, ma bisogna colmare la distanza per quanto riguarda l’ingaggio. Si lavora anche per Chust del Real Madrid. In attacco società ed allenatore sembrano concordi sulla scelta di confermare Jovane Cabral come vice Immobile, abbandonando la pista Caputo.

Il mercato non si ferma solamente ai colpi in entrata. La società capitolina lavora anche sulle uscite, in particolare dei giocatori che sono in prestito. Il primo della lista non può che essere Vedat Muriqi, rinato nei mesi trascorsi in Spagna. Un rendimento che ha convinto il Maiorca a riscattarlo, ma non per 12 milioni di euro. Gli spagnoli chiedono uno sconto, Lotito non vuole scendere sotto i 10 milioni per evitare una minusvalenza eccessiva. Ricordiamo che il kosovaro arrivò nella Capitale in un’operazione da circa 20 milioni. Situazione simile, ma meno complicata, quella di Denis Vavro.

A gennaio lo slovacco è tornato al Copenaghen, società dalla quale la Lazio lo aveva prelevato. Anche in questo caso i danesi sono in cerca di uno sconto, ma la distanza è decisamente minore. La dirigenza biancoceleste chiede 5 milioni di euro per Vavro, mentre il Copenaghen è disposto a sborsare un milione in meno. Oltre a Muriqi, potrebbe restare in Spagna anche Gonzalo Escalante. L’Alaves è retrocesso e non scatterà l’obbligo di riscatto, ma il giocatore ha comunque mercato in terra spagnola. Tanti altri giocatori torneranno dal prestito e la Lazio dovrà occuparsi di trovare loro una nuova sistemazione. Si conclude, poi, l’esperienza di Jordan Lukaku che saluta a parametro zero.

Precedente Milan forza 21: Maldini e gli acquisti che hanno portato allo scudetto Successivo Diretta motocross/ Gp Spagna 2022 streaming video tv MXGP (oggi 29 maggio)

Lascia un commento