Mediano, mezzala o regista: come sarà la prima di Oliveira con la Roma?

Il portoghese potrebbe far coppia con Veretout nel 4-2-3-1 di Mou, ma ci sono anche altre soluzioni. Quel che è certo è che il centrocampista giocherà contro il Cagliari

Mediano davanti alla difesa, mezzala di personalità, all’occorrenza anche regista nel tridente di centrocampo. Di certo Sergio Oliveira può risolvere più di un problema a Mourinho in mezzo al campo, ma come deciderà di schierarlo l’allenatore portoghese?

Con il Cagliari

—  

Quel che è certo è che il nuovo centrocampista della Roma giocherà già domenica pomeriggio, quando all’Olimpico arriverà un Cagliari in salute, reduce da due vittorie consecutive. Molto per scelta, un po’ anche per necessità. Mourinho ha infatti gli uomini contati, causa Covid e squalifiche. Oltre a Mancini e Cristante, dovrebbero infatti mancare anche Karsdorp, Smalling e forse El Shaarawy, oltre ovviamente ancora Spinazzola. Si va, insomma, verso la conferma del 4-2-3-1, con Sergio Oliveira che dovrebbe fare coppia in mediana con Veretout. Che poi sembra la coppia meglio assortita tra quelle allestibili con i centrocampisti a disposizione, visto che il portoghese è un più portato ad organizzare e costruire il gioco mentre il francese tende ad andare, anche in fase di transizione. Insomma, la prima di Oliveira con la Roma dovrebbe configurarsi proprio così, con il portoghese deputato a prendere subito le redini del gioco giallorosso, primo uomo in fase di costruzione. Poi, strada facendo, potrà rendersi utile anche in altre posizioni del centrocampo, anche in base al modulo che Mourinho deciderà di adottare per il futuro (4-2-3-1 o 3-5-2). Di certo c’è che la Roma ha portato a casa non solo un giocatore di personalità (che è poi quello che vuole adesso Mou), ma anche dotato di una duttilità che saprà mettere al servizio dei giallorossi.

Precedente L'appello di Ariedo Braida: "Genoa, continua a puntare su Sheva. Risalirà la corrente" Successivo Lazio, Di Michele sicuro: "Prossimo anno vedremo grandi cose con Sarri"

Lascia un commento