McKennie: “Tornare alla Juve è stato difficile. Come ripartire da zero”

Le parole del centrocampista della Juve Weston McKennie dal ritiro con la nazionale americana: “Tornare non è stato facile”

Intervenuto in conferenza stampa dal ritiro con gli USA, Weston McKennie ha detto: “Tornare alla Juve non è stato facile. Ho lasciato il club in un momento di crisi, immagino si possa dire. E così tornando mi sentivo come se avessi iniziato da zero, ma questa è una sfida per cui sono sempre pronto, una sfida che penso di aver bisogno in questo momento della mia carriera”.

Sull’ambientamento in bianconero ha aggiunto: Potrei fare amicizia con una roccia se ne avessi bisogno. E questo solo perché ovunque ci trasferissimo, dovevo fare nuove amicizie. Ho dovuto adattarmi a nuove culture, adattarmi a nuove situazioni e nuovi ambienti. E quindi, ovviamente, spostarmi tra le squadre e trasferirmi in Paesi diversi, a partire da una giovane età, avvantaggia sicuramente la mia situazione ora”.

Sul suo ruolo ha aggiunto:La possibilità di giocare in così tante posizioni diverse e di adattarci a così tante situazioni e ruoli, penso che sia una buona qualità da avere. Non penso che ci stressiamo più di tanto”. Chiosa finale con il suo rapporto con Weah:Al di fuori del campo, posso essere un po’ troppo per Tim in alcuni momenti. Ma sul campo… Abbiamo una buona comprensione l’uno dell’altro e venendo al campo, è bello avere un compagno di viaggio”.

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Juventus senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Juvenews per scoprire tutte le news di giornata sui bianconeri in campionato.

Precedente Lozano: "Al Napoli alcuni allenatori non si fidavano di me. Ad esempio Gattuso..." Successivo I recuperi extralarge? In Serie A non portano più gol: l'analisi