McKennie, Cuadrado, Bentancur e Chiellini: la Juve si mette nelle mani dei leader

Le partite contro Torino e Napoli diranno molto sul futuro di Pirlo. Ecco perché è il momento dei giocatori più importanti tatticamente e mentalmente

Il sabato sarà anche santo, ma pure il derby non scherza: sacro. Toro-Juve non è mai stata così importante, negli ultimi anni. Il Toro, alla tradizionale rivalità, aggiunge la pesantezza dei punti salvezza: una vittoria cambierebbe il panorama della stagione. La Juve invece gioca per il suo futuro, più che per uno scudetto svanito quasi al 100%: le partite di sabato e di mercoledì – il recupero col Napoli – diranno tantissimo sul destino di questo progetto e di Andrea Pirlo.

Precedente Inter, ecco perché lo scudetto può diventare una spinta per il rilancio di Zhang Successivo Legrottaglie rivela: "Quando vidi Barella, chiamai subito la Juve. Ora credo che..."

Lascia un commento